motoclublucca motoclublucca federazione motociclistica italiana
I Soci del Motoclub lucca raccontano le loro esperienze, i loro modi di vivere la moto e le serate passate insieme





Il Pranzo sociale di Dicembre è sempre stato, e lo è sempre, una tradizione radicata , ma una giornata simile come importanza doveva anche essere celebrata in un momento dell'anno in cui , i Soci "Lontani", solo geograficamente ma non nei nostri cuori , potessero partecipare con le loro Moto, esprimendo al cento per cento quello che sono...Motociclisti. Ecco che 8 anni fa ci inventammo l'Adunanza delle Pantere del Moto Club Lucca. All'adunanza può partecipare anche chi non è iscritto al Motoclub Lucca in pieno spirito di amicizia e fratellanza. Quest’anno l’appuntamento per la 8^ edizione era presso il Ristorante “Da Sandra” a Fabbriche di Vallico e come da tradizione l’affluenza è stata notevole vista anche la partecipazione di numerosi “amici” del nostro sodalizio.
Nella Fotogallery troverete alcune foto della bellissima giornata.
Il Presidente Brunello Scatena
MOTO CLUB LUCCA 06/01/2017 “ 8^MOTOBEFANA BENEFICA CITTA’ DI LUCCA”

Carissimi amici e soci, è sempre un grandissimo piacere e una piacevolissima emozione, condividere con voi le varie iniziative promosse dal nostro sodalizio, ma la “Motobefana” è per me una cosa particolare e le sensazioni che provo nell’organizzarla, assieme a voi e nel viverla, personalmente, sono veramente uniche
In controtendenza ad altri raduni, la “Motobefana Benefica Città di Lucca” stà crescendo anno dopo anno con soddisfazione di tutti noi e questo per merito dei Moto Club ospiti, quali il Gruppo degli “Alkatraz”, i “Centauri Toscani” , le “Tartarughe Lente” di Viareggio il “Motorrad BMW Lucca” i “Porchettari Per Passione” di Pisa e l’ Associazione Motociclistica Perla del Tirreno e dei vari amici intervenuti numerosi.
Da parte mia devo dire che questa edizione mi è piaciuta particolarmente, forse anche per la meravigliosa giornata di sole che ci è stata regalata, ma probabilmente anche perché, ogni anno facciamo tesoro dell’esperienza maturata e , quindi, cerchiamo di non ripetere gli errori dell’anno precedente. Quest’anno sono particolarmente orgoglioso della raccolta fatta con la lotteria della Motomaialata e di quello che siamo riusciti a ottenere con le iscrizioni in Piazza del Giglio, ma soprattutto perché grazie a questo siamo stati in grado di fare ben due offerte, una alla Casa Famiglia dei Piccoli Apostoli di Maria e uno al Rifugio “ I MICIOTTOLI “. Naturalmente tutto questo non sarebbe stato possibile senza la partecipazione dei nostri amici Motociclisti e di noi Pantere, quindi ringrazio tutti quanti per aver preso parte a questa manifestazione e vi do l’appuntamento al prossimo anno per la 9^ edizione della “ Motobefana Benefica Città di Lucca”.

Il Presidente

Brunello

Tutte le foto nella Fotogallery
************************** I PENSIERI DEI PROTAGONIS TI DELLA 19 th MOTOMAIALATA***********************

Questo e quello che è stato detto di questo Evento:

Due giorni fantastici pieni di allegria come dovrebbero essere tutti i Raduni con tante fantastiche Moto e tantissimi partecipanti, vecchi amici e nuovi Motociclisti e solo appassionati che hanno voluto gustare questo Raduno! E’ Bello sapere che questo Sodalizio compie ben 70 Anni e vederli così felici fa capire la vera essenza di un raduno e di un Moto Club! <Wolfland-Franco wolf>

19 anni sono passati da questo raduno che si svolge alle porte dell'inverno, tradizionalmente proprio in questo periodo di Novembre, molto avanti con la stagione, per molti terminata, ma non per chi, amante delle motociclette, senza dubbio non si lascia perdere queste occasione di aggregazione, fatta di una due giorni all'insegna della semplicità, del divertimento e della sana allegria. <STEFFO>

Un ringraziamento speciale per delle persone speciali ✌Grazie PANTERE avete organizzato un motoraduno eccezionale nel vero senso di fratellanza a voi non interessa fare numero ma che gli amici motociclisti stiano bene...COMPLIMENTI A OGNUNO DI VOI perché avete curato ogni minima cosa ...siete un bel gruppo ...GRAZIE DA TUTTO IL GRUPPO DELLE TARTARUGHE LENTE E SEMPRE TANTA BUONA STRADA. <SABRINA GHEZZI>

Il MIO MOTO CLUB E' DIFFERENTE Eccoci qua....a mezzanotte sotto le mura di Lucca noi davanti , dietro le nostre ombre e dietro le nostre ombre i nostro passato. Settanta anni di strada e di passione per la motocicletta, recita il grande striscione confezionato per l'occasione della diciannovesima Motomaialata nel quale è stato riportato il primo Logo delle Pantere motorizzate Lucchesi. Cosa è stato il Moto Club Lucca molti anni fa pochi lo sanno; in diversi conosciamo la storia degli ultimi 10 anni; cosa è oggi…. non stiamo certo a raccontarlo adesso. Basti sapere che è differente. <TRIBAL FAZER>

Come tradizione ho raggruppato qui sopra i vari commenti fatti da nostri soci e non a questa speciale edizione della MOTOMAIALATA che ha coinciso con il 70° anniversario del nostro Moto Club, non potrei aggiungere niente di più a quello già scritto se non che, vorrei ringraziare, oltre a tutti i partecipanti, provenienti da molte parti d’Italia, anche tutti gli sponsor che hanno reso possibile questa 19^ edizione, la Pizzeria El Paso e il Circolo LE VELE che ci hanno supportato, rispettivamente con la cena e il pranzo e naturalmente tutte le Pantere che si sono impegnate nei vari incarichi ( Iscrizioni, staffette, servizio parcheggio, vendita gadget, aperitivo e servizio ai tavoli) in maniera eccellente e rendendo tutto, praticamente perfetto. - Arrivederci al prossimo anno per la 20^ edizione. Vi stupiremo con altre sorprese……….
Il Presidente Brunello

Tutte le foto nella gallery
 
MOTO CLUB LUCCA – 10/07/2016 – 7° PORCHETTIAMO

Carissime pantere e amici delle pantere, come tradizione, e le buone tradizioni non vanno mai lasciate, eccomi a parlare del "PORCHETTIAMO" che ormai da 7 anni organizziamo in quel di Pianosinatico con gli amici Emiliani e soprattutto con la cucina e la simpatia di Franco e Betti, titolari del Campeggio "SOLE e NEVE".
E' proprio vero che tra il Moto Club Lucca e il Maiale c'è un buon rapporto di "collaborazione", magari non so quanto bene accetto da parte del Maiale.............
La giornata è trascorsa alla grande con un classico giro in moto, ma questa volta, la moto non è stata al centro della giornata, perché, arrivati a destinazione, ne diventiamo noi i protagonisti. Una cosa che, se ci pensate bene, rende il porchettiamo una cosa davvero unica.
Per concludere grandissima bella giornata, all'insegna della buona compagnia, buona cucina e sano divertimento anche se un po’ umido…………..!!!

Naturalmente, l'appuntamento è a luglio dell'anno prossimo.

IL PRESIDENTE, Brunello

Tutte le foto nella gallery
“ACETAIA SAN MATTEO”

Nonostante le previsioni non annunciassero niente di buono, a parte qualche goccia d’acqua poco prima di Bologna, la giornata è trascorsa superbamente in una location fantastica, gestita stupendamente dai proprietari Luciano e Sandra che oltre alla lezione teorica di "Come si fa l'Aceto Balsamico Tradizionale", ci hanno deliziato con una pasta con salsiccia superba, formaggi, affettati e dolci da capogiro, il tutto innaffiato da ottimo, ma veramente ottimo, vino. In pratica, ci siamo sentiti a casa appena abbiamo messo il piede giù dalla moto. La compagnia è sempre quella giusta e gli ingredienti della ricetta sono sempre una garanzia. Strada giusta, bei posti e buon cibo, e scatta quella scintilla fra chi condivide la passione per quel mezzo strano e straordinario che si chiama "motocicletta". Tra tante sorprese una certezza: ogni uscita con Le Pantere regala sempre sensazioni belle, emozioni positive, vecchie conoscenze e nuovi amici. Ogni volta si rischia di ripetersi con i complimenti, ma del resto se siamo bravi........non è mica colpa nostra……..
Naturalmente un grazie va anche a chi ha partecipato rendendo ancora più festosa la giornata. Il Presidente
Tutte le foto nella gallery
gnoccozingarata 2016
volpinen 2016
merendino2016merendino2016

MOTO CLUB LUCCA – IL LUNEDI’ DEL PORCELLO – 28 MARZO 2016

Le previsioni non promettevano niente di buono, ma la nostra testardaggine è riuscita a sconfiggere anche la pioggia, che poi nel pomeriggio a lasciato il posto ad un sole abbastanza caldo da permettere un veloce giro verso l’Abetone. Come già concordato assieme ai giovani amici “Porchettari Per Passione” ci siamo ritrovati, come di consueto al Bar Nelli, per raggiungere la nostra destinazione (Piano B) in caso di pioggia ovvero il FORO BOARIO. Le sue ampie coperture ci hanno dato la possibilità di cuocere tutte le leccornie che ognuno di noi aveva portato a corredo del vero re della giornata “ IL PORCO “ o porchetta che dir si voglia.
Questa bontà è stata portata e tagliata sul posto, per il piacere di tutti i presenti, da Roberto, presidente dei “ P.P.P.” a cui vanno i nostri ringraziamenti per la disponibilità e la simpatia.
Nonostante la Pasqua appena trascorsa, sembrava che ognuno di noi avesse digiunato per giorni, tanto che nell’arco di poco più di un’ ora, era stato quasi tutto spolverato………questo ha permesso a chi, comunque, era intervenuto in moto, di poter fare, nel primo pomeriggio, un breve giro in direzione dell’Abetone e ritorno. Che dire, lo so che sono ripetitivo, ma anche questa volta, non ci siamo smentiti e, con l’aiuto degli amici “Porchettari” abbiamo reso la giornata molto molto……..appetitosa…….


le foto nella gallery
merendino 2016
motobefana 2016 motobefana 2016motobefana 2016

  motobefana 2016
Nonostante il tempo inclemente, che comunque ci ha dato una tregua proprio durante il giro di avvicinamento alla casa Famiglia , le Pantere hanno centrato comunque l'obbiettivo, riuscendo a donare all’ Istituto dei Piccoli Apostoli di Maria, una cospicua somma, del resto a noi Pantere l'acqua ci bagna e il vento ci asciuga...... e la beneficenza si può fare anche se non c'è il sole. Quindi approfitto per ringraziare chi è intervenuto e chi comunque ha contribuito, economicamente, anche da lontano. Grazie Pantere!!!!!!!!!!

MOTO CLUB LUCCA – 13/12/2015 - “PRANZO SOCIALE”

Carissime Pantere, domenica scorsa abbiamo festeggiato, con un ottimo pranzo e una piacevolissima festa, accompagnata da riconoscimenti ad alcuni soci e “piccole stelle di Natale” a tutte le rappresentanti del Gentilsesso, la chiusura dell’attività del nostro Moto Club per quanto riguarda il 2015. In queste prime righe vorrei esprimervi tutti i miei più sinceri ringraziamenti per il riconoscimento che mi avete consegnato per i miei 20 anni di presidenza, come direbbe una persona di nostra conoscenza, “ Io vado in moto anche per questo………” Direi un anno positivo, che ha visto un buon consolidamento dei tesserati, confermando l’ottimo risultato dell’anno precedente. report pranzo sociale 2015
Anche quest’anno, alcuni soci non hanno più voluto condividere con noi la strada che abbiamo percorso, preferendo altra compagnia, ma sono stati sostituitii egregiamente dai Nuovi che hanno contribuito a rendere l’anno appena trascorso, un fantastico anno, conclusosi con l’ottimo successo della 18^ edizione della Motomaialata. Purtroppo c’è stato anche chi ci ha lasciato contro la sua volontà……ma ci ha lasciato solo fisicamente, perché sarà sempre presente nei nostri cuori e nei nostri pensieri.- Oltre alle iniziative, ormai classiche: Motobefana, Motopizzata, Adunanza delle Pantere e Motomaialata, anche per l’anno a venire abbiamo in programma una serie di gite domenicali con pranzo al sacco, toccando varie località toscane e molto probabilmente un nuovo Evento estivo. Ovviamente non mancherà la partecipazione a qualche motoraduno, soprattutto per tenere buoni rapporti di “vicinato”. Come ogni anno, verrà stilato un calendario dei nostri impegni che verrà aggiornato mensilmente e per fare questo vogliamo rispolverare l’assemblea mensile dei soci (istituita nel 2013 ma ultimamente riposta in cantina…..) che si terrà ogni ultimo giovedì del mese. Cominceremo con la gita di Capodanno a Livorno in occasione della “2^ Motopandorata” presso la Terrazza Mascagni venerdì 1 gennaio 2016 con ritrovo al Bar Nelli alle ore 12,00 con Panettone, Pandoro e chicchi vari al seguito….. Il 3 gennaio, per i più freddolosi………parteciperemo al la Motopancetta al Passo della Colla. Poi sarà la volta della nostra MOTOBEFANA benefica arrivata alla 7^ edizione (per la quale istituiremo una raccolta di dolci, dolciumi e caramelle presso la Moto & Riders ) e poi…………Stradaaaaaaaaaaa!!! Adesso chiudo ringraziandoVi ancora una volta per il grande impegno che avete messo in tutto ciò che abbiamo organizzato e facendoVi i migliori auguri di Buon Natale e di un 2016 pieno di felicità, salute e soddisfazioni per tutti Voi e i Vostri cari.

Buona strada a Tutti !!!!!!!!

Brunello

motomaialata 2015 7 / 8 NOVEMBRE 2015 18Th MOTOMAIALATA
MOTO CLUB LUCCA

Buonasera! Vorrei ringraziare tutti x questi 2 giorni bellissimi passati con voi e tantissime altre persone. Per me è stata la prima motomaialata e devo dire che non credevo che fosse così bello. Nonostante i miei problemi di salute, con il supporto di alcune pantere, sono riuscita ad essere presente tutti e due i giorni e mi sono divertita moltissimo. Siete persone fantastiche, grazie ancora a tutti. Vi voglio bene.

(ANTONIETTA)
Sono le ore 20.37, siamo sul porto di Napoli attendendo traghetto per Ischia, ringrazio Tribal Fazer, e tutto lo staff e gli amici del moto club Lucca per il bellissimo week end che ci hanno regalato. 1382 km non sono pochini....stanchi ma felicissimi. Un saluto da tutto il Moto club Ischia Lupi Arrapati.Che dire.... aspetto 2016..... io ho voglia di rivedere questa gente fantastica.... tutto magnifico, un plauso speciale a chi ha organizzato il motogiro, ho visto posti stupendi, anno prossimo faremo qualche giorno in più.... con rientro di lunedì sera, ho voglia di vedere meglio i dintorni di Lucca. Saluti a tutti.

(Francesco – Lupi Arrapati)
motomaialata 2015
motomaialata 2015 Siate liberi di guardare lontano anche oltre l’orizzonte, liberi di viaggiare veloci o lentissimi, dove vi porta il suono schietto della moto, che annuncia il vostro arrivo come un tuono annuncia il temporale.Questo è stato il mio primo raduno organizzato dal mio moto club e sono stato contento di partecipare con i miei nuovi amici grazie a tutti.

(Massimo Pomini)

 

Questa è la mia seconda motomaialata...sono stati 2 giorni intensi di allegria e fratellanza...dove i chilometri e gli appennini ci dividono, ma le due ruote ci uniscono!!! Ho rivisto gente fantastica e conosciute altrettanto... Parecchie non hanno potuto partecipare e mi è dispiaciuto non averle incontrate ma sono sicuro che c'erano col pensiero. Grazie di cuore a tutti...w i motociclisti w le Pantere w questa grande famiglia che è il MOTO CLUB LUCCA.

( Fabio Siculo76)

 

motomaialata 2015
motomaialata 2015 Io purtroppo mi stanco con niente.... e a volte nel mio quotidiano mi sento come una ruota col pneumatico forato.Ieri avrei storto anche il cerchio pur di arrivare in fondo !Stancarsi divertendosi è tutta un'altra cosa ... beh fa gusto!

( Silvia Dueocchiblu )
motomaialata 2015
Oggi molti mi hanno chiesto quante moto avevano partecipato al corteo e io ho sempre risposto nel solito modo, magari anche sintetizzando quello che penso. Adesso provo a descriverlo meglio.Non conta quante moto eravamo, contano le emozioni provate, il clima di festa e l'atmosfera magica che abbiamo percepito. Contano i saluti , gli abbracci di tutti noi Motociclisti. Conta la soddisfazione di una lavoro di staffetta ben fatto.( senza corso) Conta la pazienza di aver preparato i buoni pasto e quelli per la colazione, contano i sorrisi delle Nostre Maialine.Conta ciò che ci fa divertire e che fa divertire i nostri ospiti MotomaialantI Conta soprattutto lo spettacolo che è fatto di tutte queste cose messe insieme. Poi ci siamo messi a contare le moto in un video.....circa 220 moto sono uscite dal foro boario.....ok.....ma se fossero state 100 di meno o 100 di più , per le ragioni di cui sopra, non avrebbe fatto differenza. Ne sono convinto......perchè questa sera quando nel piazzale del ristorante sono rimaste solo due moto, ho percepito ancora quella magica atmosfera. Grazie a tutti i partecipanti , grazie a tutti i fratelli del Motoclub Lucca. (Tribal Fazer)
Come tradizione ho raggruppato qui sopra i vari commenti fatti da nostri soci e non a questa fantastica edizione della MOTOMAIALATA, non potrei aggiungere niente di più a quello già scritto se non che, vorrei ringraziare, oltre a tutti i partecipanti, provenienti da molte parti d’Italia, anche tutti gli sponsor che hanno reso possibile questa 18^ edizione, la Pizzeria El Paso e il Ristorante Steffan che ci hanno supportato, rispettivamente con la cena e il pranzo e naturalmente tutte le Pantere che si sono impegnate nei vari incarichi ( Iscrizioni, staffette, servizio parcheggio, vendita gadget, aperitivo e servizio ai tavoli) in maniera eccellente e rendendo tutto, praticamente perfetto.-Arrivederci al prossimo anno per la 19^ edizione della MOTOMAIALATA.

MOTO CLUB LUCCA

le foto nella gallery
gita domenicale 25 ottobre 2015

Oggi mi è sembrato di tornare indietro di qualche anno, quando si partiva per le zingarate del sabato anche in 20 moto, e come in quelle uscite non sono mancate emozioni, adrenalina, amicizia e risate.

Negli ultimi 18 mesi sono stato notevolmente impegnato nella mia nuova attività che richiede avidamente anche tutta la giornata del sabato. Sembra strano ma trasformando la mia passione in lavoro , ho dovuto in qualche modo rinunciarci........controsenso??....forse.
Ritengo che l'autunno sia una delle migliori stagioni per motare e oggi, con la complicità di temperature miti e un solicchio che a tratti si faceva strada in cielo leggermente velato, è stata la giornata autunnale perfetta. Per ben due volte ho spento tutto e mi son buttato nei curvoni come se non ci fosse un domani, non mi capitava da anni, dai tempi del Giacio e di Mike, quando tornare a casa era fortuna dato che ogni tanto qualcuno ci rimetteva la carena. Oggi mi sento più maturo motociclisticamente parlando e anche le responsabilità di una attività in proprio, mi impongono un auto limitatore di giri. Ma........!!!......Complici un asfalto nuovo di zecca su cui far scorrere la fine delle spalle dei pneumatici e un paio di loschi figuri ai quali ho contato i peli del naso da dentro gli specchietti della mia Fazerina....... ciò dato dentro più che potevo.........non si può incalzare così il Tribal....... Insomma oggi non mi è mancato nulla.....sole , compagni, bella strada e un pizzico di adrenalina Grazie a tutti......non passerà molto che riaprirò un'altro topic per bissare una bella giornata
Ma poi mi son detto......caro vecchio Tribal.....non è da te rinunciare a qualche pieghetta ben fatta, specialmente se in buona compagnia....... Ho aperto il topic confidando nella fraterna compagnia di un manipolo di Pantere vogliose quanto me di ricominciare a motare in maniera più frequente, ma questa mattina la lista era ben nutrita e se contiamo anche qualcuno fuori lista, dal solito bar è partito un bel serpentello di rombanti motociclette....... Già dai primi chilometri si è capito che il gruppo tendeva a dividersi in due, prima quelli che aprono di più il gas e dietro quelli che amano farlo fino ad un certo punto. Modalità save the group ON,,,,,,,,e cioè......basta che i primi pazientino ai bivi , magari fumando una mezza paglia che gli altri li raggiungono Un Motoclub si fonda sullo spirito di aggregazione e di condivisione......se ci separiamo che Motoclub sarebbe........

 

   
porchettiamo_2015.1 porchettiamo_201.2












MOTO CLUB LUCCA – 5 LUGLIO 2015 – 6° PORCHETTIAMO A PIANOSINATICO

Partenza da Lucca alle 10,30, ma non dal solito Bar Nelli, bensì dal Foro Boario, piccola sosta al Piaggione per lasciare un mazzo di fiori in ricordo di Alice e poi la solita fermata alla Lima per incontrare gli amici provenienti da Pistoia e Firenze. Arriviamo al campeggio "Neve e Sole" e troviamo già le "Armi" spianate...non c'è una nuvola in cielo, ma qualche goccia d'acqua mi sembra di averla sentita............ Il pranzo, veramente ottimo, ha fatto da trampolino di lancio per una epica battaglia all'ultima goccia.........d'acqua Veramente impressionante il Liquidator 2000 portato da Loller, ad ogni spruzzo, erano quasi 2 litri d'acqua he ti arrivavano addosso..........
Una vera festa rinfrescante per ragazzini di oltre 50 anni..........

Brunello
Tutte le foto nella Fotogallery


 

CASTELLO DI BARDI 015CASTELLO DI BARDI 2015
CASTELLO DI BARDI 2015
  MOTO CLUB LUCCA - GITA AL CASTELLO DI BARDI  
  17 MAGGIO 2015  

Uno splendido sole a fatto da cornice alla motogita programmata per il 17 maggio scorso con visita al “Castello di Bardi” e caffè con il “Fantasma”.

Classico ritrovo al Bar Nelli alle ore 09,00 e partenza alle 09,30 allorchè, una colonna di una trentina di moto si sono mosse alla volta di Bardi, un paesello in provincia di Parma sovrastato da un imponente Castello.

Autostrada fino a Pontremoli e quindi curve a go go attraverso il Passo del Brattello fino ad arrivare a destinazione.

Pranzo a base di panini e altre leccornie stipate nelle borse e bauletti delle moto e quindi visita del Castello da parte del “Gruppo Vacanze Pantere”.

Visto il numero dei partecipanti (circa 40) possiamo dire che il Castello è stato conquistato e espugnato dalle Pantere……..

Tutte le foto nella gallery


gnoccozingarata2015
  • 25 aprile 2015 – 6^ Gnocco Zingarata
  • Anche la Sesta edizione della “GNOCCO ZINGARATA” si è svolta nel migliore dei modi, grazie, soprattutto alla grande maestria organizzativa dello Steffo.
  • Di solito in questa pagina del Sito dedicata alle manifestazioni a cui partecipiamo inserisco i vari commenti dei partecipanti, ma stavolta tra tutti quelli che ho letto, ce n’è uno che li racchiude tutti con un “filo sottile” ed è quello di MANU60, quindi è con il suo commento che chiudo questo piccolo report.
gnoccozingarata2015
  • “C'è un filo sottile che unisce chi fa della moto la sua passione.
  • E' un filo flessibile, invisibile ma consistente, tenace e leggero che va da moto a moto, da casco a casco.
  • Lungo quel filo scorre la passione che si alimenta di giornate come quella vissuta sabato da tutti noi.
  • E il mio "grazie" va a chi quel filo lo tesse e lo prepara, con pazienza e grande tenacia, e si sbatte affinché tutto fili liscio e la gente tutta, possa rientrare la sera a casa stanca ma felice........”
  • MANU60
  festa donna 2015  
festa donna 2015
  1. Ciao a tutti e, ancora per una volta, un augurio a tutte le donne.
  2. Anche la 8^ edizione della nostra gita pensata e voluta in occasione della festa della donna e quindi delle nostre Pantere Rosa, si è svolta con la partecipazione di un cospicuo numero di partecipanti.

    Uno splendido sole, disturbato solo in parte da un vento fastidioso, ha fatto da cornice ad una giornata iniziata, come tradizione, con una colazione al Bar Nelli, quindi la colonna, composta da un considerevole numero di moto, è partita alle 10,30 alla volta di Torretta Vecchia dove eravamo attesi da altri amici che ci erano venuti incontro.

    Nuova partenza per completare il percorso programmato durante la settimana attraversando il caratteristico paese di Gabbro con destinazione Nibbiaia dove, alla “Taverna del Cacciatore” ci aspettava il pranzo a base di antipasto, penne ai funghi, pappardelle alla cacciagione e arrosti misti con patate.

    Qualche foto di rito e quindi di nuovo in sella per un gelato sul lungomare di Livorno.

    Veramente una giornata trascorsa tra ottimi amici e soprattutto, a parte quella “Leggera Brezza”………, andata alla grandissima con una formula semplice, ma sempre vincente.
  3. Cosa c’è di meglio….”La moto e la bella compagnia per trascorrere una giornata all’insegna della mimosa……..”
  4. Un saluto a tutti i partecipanti
    BrunelloLe foto nella gallery

motobefana 2015

MOTO CLUB LUCCA - 6^ MOTOBEFANA – 06/01/2015

  • Eccomi qua per un nuovo report, come ormai è consuetudine, riporto qui sotto i vostri commenti, le vostre sensazioni e i vostri pensieri che ogni volta nascono spontanei, per tenerli ben fissi nellamemoria di tutti. Di solito, tra tutti i vari commenti, seleziono solo quelli delle Pantere, ma stavolta ho inserito anche quello di un nostro amico di strada (Loregori).Da parte mia devo dire che questa edizione mi è piaciuta particolarmente, forse anche per la meravigliosa giornata di sole che ci è stata regalata, ma probabilmente anche perché, ogni annofacciamo tesoro dell’esperienza maturata e , quindi, cerchiamo di non ripetere gli errori dell’annoprecedente. Quest’anno sono particolarmente orgoglioso della raccolta fatta con la lotteria dellaMotomaialata e di questa Motobefana e di quello che siamo riusciti a ottenere con le iscrizioni in Piazza del Giglio, ma soprattutto perché grazie a questo siamo stati in grado di fare ben due offerte, una alla Casa Famiglia dei Piccoli Apostoli di Maria e una alla ricerca di cui si sta occupando l’ A.N.C.L. – Associazione Nazionale Ceroidolipofuscinosi.Naturalmente tutto questo non sarebbe stato possibile senza la partecipazione dei nostri amici Motociclisti e di noi Pantere, quindi ringrazio tutti quanti per aver preso parte a questa manifestazione e vi do l’appuntamento al prossimo anno per la 7^ edizione della “ Motobefana Benefica Città di Lucca”.

    - BRUNELLO

motobefana 2015

  • Ed ora avanti con i Vostri commenti:
  1. Prima motobefana. Giornata impegnativa a livello mentale, perche' sai che stai facendo piu' di un lavoro...... stai regalando un pochino di emozioni agli altri. I bimbi che giravano tra le moto in piazza, i bimbi della casa di cura.... che gli sara' passato per la testa in quei momenti? Lo si poteva immaginare guardandogli negli occhi. Io finisco qui, il resto e' negli occhi di tutti i bimbi che oggi ci hanno solo degnato di uno sguardo
    .
    SAMANTHA GLOBETROTTER
  • Ripeto qui quello che ho scritto su FB.
    Bello fare beneficenza, bello passare qualche ora in compagnia di persone meravigliose. Grazie al Motoclub per quello che fate e per offrirci la possibilità di riflettere su quanto spesso quelli che per noi sono problemi, per altri sono sogni. Viva chi parla poco e fa molto.
    Solo un'amara riflessione in più: che in questi secolo di spesso inutile opulenza, sia ancora necessario, anche se nobile e appagante, essere necessarie iniziative per chi è stato sfortunato, per chi è più debole, per chi ha meno. Quando ci chiedono voti e promettono cambiamenti, ricordiamoci di quei bambini che solo una struttura caritatevole permette di aiutare.
  • LOREGORI

  • Si fa i motari tutto l'anno................
    e poi arriva è per me una delle uscite piu' belle a cui tengo di piu'.
    Anche se riuscire a parlare con L'ufficio del Gabinetto dell'assessore
    alla cultura di Lucca........ o il Sindaco e' stato impossibile, persona introvabile, purtroppo.
    T'avrei voluto invitare in piazza, senza casacchina bianco, rosso e verde,
    che a me un mi frega nulla, Boia Tambellini .. quanto te la tiri. Fai il bravo dai il prossimo anno.

    Si mota... si mota.... ma....


    Poi c'e' la MotoBefana Benefica, e per la motoBefana benefica di Lucca ( la mia MotoBefana ) e solo per questa manifestazione tutti questi discorsi si annullano, si azzerano, perche' questo e' un evento particolare, unico, soggettivo e non oggettivo.
    Una cosa che la fai prima di tutto dentro te stesso, perche' e' proprio quello il percorso che ti porta a fare quel giorno, semplicemente un viaggio ancor prima che in un luogo, dentro e in profondita' al tuo modo di essere.
    La Motobefana non e' una di quelle imprese da raccontare al bar, da attaccare con una pecce sul petto, non e' una cosa che si e' riusciti ad essere in grado di fare o meno...niente di tutto questo.
    Come non trovo che sia un fenomeno da televisione, da articolo sul giornale, o come viene spacciato spesso in quelle parate per piazza, che si manifesta con i Bornaut dei centauroni da bar travestiti da befanotti, sciocchi.
    Tutto questo e' un fenomeno carnevalesco secondo me.
    La mia Motobefana, le mie anzi me le ricordo benissimo tutte e cinque....
    alla prima non ero ancora iscritto al Tinga, senno' non la avrei persa...
    Alla seconda mi ricordo di essermi sentito ospite, molto ben accolto....
    Alla terza me ne sentiii partecipe...
    Ed alla quarta ne ho sentito la piena condivisione...
    Alla quinta un coinvolgimento totale.
    E stavolta ricomincia tutto daccapo

    La mia Motobefana non la si puo' spiegare con un elenco di situazioni raccontabili cronologicamente, perche' non e' un fatto di quello che si e' visto, vissuto e ricordato,
    ma di quello che ognuno di noi ha sentito attraverso la propria sensibilita'.
    Ed io quello che ho sentito l'ho potuto sentire in brevissimi e lunghi attimi che mi ricordero' sempre da qui in avanti.
    In tutte quelle fotografie che non ho scattato, e che mi sono tenuto per me.
    Allora quel mio gilet messo sulle sue spalle a Giovanni, che cinque anni fa gli sembrava essere un mantello di un cavaliere, e che gli arrivava alle ginocchia, e che oggi invece lo vestiva come un ragazzo, non piu' come un bambino.
    Che poi..... mi chiedo sempre, ma il bambino...... chi e'?
    E la magia chi la fa ? Io a te e tu a me ?
    Chi puo' spiegarla una magia, una magia di una MotoBefana..
    STEFFO




report motomaialata 2014report motomaialata 2014
  1. MOTO CLUB LUCCA – 17^ MOTOMAIALATA – 08-09 NOVEMBRE 2014
    Cari Soci.

    Come tradizione, qui sotto sono riportati i vostri commenti (report) a questa nostra manifestazione.
    Come sempre li riporto integralmente per non snaturare il senso e perchè rimangano a testimonianza nel nostro Sito.
UN SALUTO A TUTTI E UN GRAZIE SINCERO PER TUTTO L'IMPEGNO CHE AVETE MESSO PER L'OTTIMA RIUSCITA DI QUESTA 17^ MOTOMAIALATA, UN GRAZIE VA ANCHE, NATURALMENTE, A TUTTI GLI SPONSOR CHE CI HANNO AIUTATO.

Grande edizione questa 17ma! Finalmente sole e caldo da sembrare primavera.
Bella perchè un gran numero di bike fratelli ha aderito alla ns manifestazione,
Il bellissimo serpentone di moto che si é snodato attraverso la città e la prima
periferia era da urlo. Belle le persone,stupende le moto vero Lucio?, ma soprattutto
lo spirito, l'amicizia e la sensazione di appartenenza che ha pervaso l'intero gruppo.
Un grazie a tutti e soprattutto alle ragazze che hanno approntato l'aperitivo.
Ultima annotazione, grande Samantha! Ciao ciao
GECO

Ovvia giù: scriviamo queste due righe:
era da un bel po' che non mi facevo un paio di km coi miei cari amici appanterati e tanti cari, graditi e bellissimi ospiti. Tanto anche che non facevo un giro per uro piacere e, come sempre, è stato il solito botto d'adrenalina: è sempre emozionante saltare in sella ed unirsi ad altri centauri per percorrere INSIEME un po' di strada e sedersi ad un tavolo in perfetto spirito Tinga. A parte il piccolo inconveniente della caduta nel parcheggio (che ha regalato al Gattaccio una bella grattata sulla carena sinistra, che lo rende più "riot") è stata una gran giornata, abbracci coi vecchi amici, conoscenza di nuovi e tante, tante facce felici. Sì, perché questo è la Motomaialata: vedere una sacco di gente, accoglierla nel pieno spirito biker, tipico del MC Lucca, restare a chiacchiera per l'aperitivo e sedersi dopo che tutti hanno preso posto senza preoccuparsi del proprio. Tanto qualcun che ti accoglie al tavolo lo trovi. Infatti così mi è successo. Ho pranzato al tavolo delle Tartarughe Veloci con le quali ho fatto un sacco di risate e scambiato un paio di chiacchiere,come anche con i motococlisti di tutti gli altri club presenti (davvero tanti)...che dire, grazie a tutti.
Spero di venire più frequentemente ai giri, ma non prendetevela: i gatti rognosi son fatti così: magari girottolano per qualche mese, ma poi tornano sempre A CASA!

GATTACCIO

E' andata alla grande ............... ma è bene che a dirlo e confermarlo siano gli altri
Mi son perso il Sabato sera ho intravisto delle foto molto maliziose
Sono orgoglioso di far parte di questa famiglia.....grazie a chi si è fatto il mazzo per organizzare.....io sinceramente ho fatto ben poco ...... ma tutto serve per rendere indimenticabile questo raduno fantastico ...... vedere tante moto tutte in fila e gli sguardi della gente al passaggio è impagabile
Un grazie particolare va a chi ha partecipato molti sono arrivati da lontano .......Grazie di cuore

CARLO

E stata la mia prima motomaialata...due giorni di puro divertimento,mi sono anche divertito a fare la staffetta ( a parte che una volta mi sono fermato sulle strisce centrali e il Tribal prontamente e giustamente mi ha bastonato)e stato bello anche scrutare le facce delle persone ed accorgersi che tutti avevano lo stesso sorriso le stesse emozioni lo stesso spirito di aggregazione... Tanta gente la conoscevo già altri si sono aggiunti,sono rientrato a casa con un bagaglio e una sbornia pieno di emozioni...che spero che vada via molto lentamente...grazie a tutti di questa bellissima esperienza

SICULO

La prima MotoMaialata, troppe emozioni&pensieri da sintetizzare. Cosa mi è rimasto alla fine di questi due giorni? Tanto, quasi da sentirmi ubriaca.
Pre-Motomaialata (organizzazione personale): ricerca del maiale, customizzalo, spiega ai genitori come funziona la manifestazione, giro di ricognizione staffette, fai fare la patch con il #compitesewomanpower ..... parlare di solo due giornate è molto riduttivo, specialmente se si pensa all’organizzazione vera e propria che ci sta dietro. La MM inizia molto prima..... forse non finisce mai e dura da un anno all’altro....
Sabato. Partita da casa fiera di avere “un Maiale custom su una moto naked” come navigatore. Arrivo al El Paso, aria di festa, di gioia, di goliardia, abbracci&baci e cotillons. Puff... tutti siamo felici&contenti come bambini al parco giochi.
Si parte per il giro ammazzatempo vs il ponte del Diavolo. Lavoro li accanto ma andarci con il MC Lucca per la MM ha un sapore del tutto diverso.
La serata scorre via liscia, bell’atmosfera: calda e avvolgente. Non c’è sentore di emozioni negative: bello. C’è la novità della pole dance... gli sguardi verso l’alto non hanno bisogno di commenti
Domenica. Suona la sveglia e contemporaneamente arriva mia mamma con un maiale in mano e un filo di spago (per la loro moto). “Alzati, c’è da andare alla MM”.
Si, la domenica... il giorno del battesimo della staffetta. La tensione la tagliavo con il coltello: la mia schiena, avrebbe retto il peso dei due VIG nella mia prima MM? (VIG=very important gilet).
Ecco... cosa dire.... non lo so... ma mi sono divertita una cifra. Clima positivo e festoso!!!! Tante moto, tanta gente, tanti sorrisi, tanta voglia di stare insieme. Bello e altre 1000 volte bello.
Non poteva mancare la appena nata delegazione del #compitesewomanpower
Al ristorante abbiamo fatto un bel lavoro di squadra. Bravi noi.
Anche i miei genitori sono stati bene e ringraziano tutti per l’organizzazione, la passione e la dedizione profusa. Mio padre è molto fiero di essere il Mr. MotoMaialata 2014.... sono diversi anni che voleva venire e non era mai riuscito.... ed alla prima, si è portato a casa il “titolo” .
Un Applauso ad ogni singolo partecipante, dal più piccolo al più grande. Ognuno è stato fondamentale per la riuscita dell'evento.
Quindi, cosa mi è rimasto alla fine di questi due giorni? Positivamente ubriaca di forti e sane emozioni.

SAMANTHAGLOBETR

Reduce dall'aria che si è respirata a Lucca nei giorni scorsi per via dei Comics...come qualcuno avrà potuto vedere non ho resistito ad un look un po' scherzoso apposta per questa occasione: la Motomaialata!
Le grandi ciglia finte blu mi hanno permesso di" ruzzare" : ho avuto una scusa in più per suscitare molti sorrisi ma, soprattutto, conoscere motociclisti sorridenti nuovi (si parla sempre al maschile quando si parla al plurale...non pensate male)
Belle tutte quelle moto! slurp e ancora slurp!
In ultimo non posso esimermi da fare i miei complimenti a tutte le Pantere per l'organizzazione.

DUEOCCHIBLU


Eccoci qua'.....la mia quarta motomaialata,sempre molto bello,specie quando e' tanto tempo che non motavi un po' e poi lo rifai con 250 moto..........io son di poche parole anche perche' mi riesce poco descrivere cio' che provo in queste manifestazioni.una cosa pero' la voglio dire........ci son cose che uno deve provare e non farsi mancare nella vita......ecco una di queste e' la motomaialata!grazie di cuore a tutti i partecipanti davvero e in particolare ai miei colleghi soci del mc lucca........ancora una volta abbiam dimostrato di essere una vera e grande famiglia!vi vogliamo bene, Fabrizio,Donella e il piccolo Alessio anche se non presente!

GAVAPANTER

Volevo complimentarmi con tutte le pantere per il lavoro svolto, ma anche con tutti gli ospiti, perche' hanno avuto un comportamento più che corretto durante i giri in moto facilitando il nostro servizio di staffette.
Grazie a tutti e principalmente alle nostre pantere al femminile, che si sono impegnate in modo esemplare in tutte le mansioni a loro affidate.
Sapete che mi arruffiano sempre con le signore perché la speranza e' l'ultima a morire.

YETY

Ultimamente non mi viene da scrivere tanto come facevo in passato.
L'eccitazione va di pari passo con l'impulsività e reprimendo la seconda ne paga le conseguenze anche la prima. Storia recente docet.
A parte il Tribal sotto tono , direi che ancora una volta ci siamo dimostrati all'altezza di fare cose fatte bene.
Magari sarò stato anche un po perentorio.....ma visti i risultati eccellenti non cambierò il mio atteggiamento.
E' bene essere preparati e concentrati......non si sa mai ......il nuovo record di presenze potrebbe essere dietro l'angolo già dalla prossima edizione.
Una cosa importante da sottolineare e che secondo me rimane la ricetta del successo della nostra manifestazione, è l'assoluta libertà che hanno i Motociclisti nello scegliere la loro formula di partecipazione. Della Serie.......nessun obbligo di pagare qualcosa e se lo si paga resta comunque una libera scelta personale. Questo la Federazione non l'ha ancora capito e spinge i Moto Club affiliati a chiudere i Motociclisti in un recinto e a farli pagare forzatamente anche solo per una visita al raduno. Questo secondo il mio punto di vista è lontano.....molto lontano dalla filosofia del Motociclista caratterizzata in primis dalla libertà e dall'aggregazione. Speriamo che in futuro i tornaconti federali abbiano la peggio sui valori prima citati.
Ma veniamo al nostro bilancio consuntivo. non fatto di cifre ma di emozioni, soddisfazione ed esperienze.
Emozioni……dopo 10 motomaialate non posso dire di avere più le emozioni delle prime volte, ma guardando le vostre facce e quelle dei partecipanti, durante le varie fasi del raduno, mi sono accorto che sono state tante e intense.
Le soddisfazioni........ciascuno di noi bene o male ha avuto il suo ruolo......e non sto parlando di una decina di persone di staff....sto parlando di un intero Moto Club....perchè anche andare incontro ad un gruppo che sta arrivando con il sorriso stampato in faccia.....vi posso assicurare che ha il suo perchè. Quindi grandi soddisfazioni per tutti dal Presidente a tutto il consiglio...fino all'ultimo iscritto.
Le esperienze.......sono sempre differenti, echi dice di averne abbastanza sbaglia.........la Motomaialata è una grande esperienza, organizzativa per noi e partecipativa e per i nostri ospiti. Ho visto facce stupite di chi non ci conosceva, di chi è rimasto meravigliato del clima che riusciamo ad instaurare, del nostro modo di scherzare, di come siamo. Noi dal nostro lato abbiamo conosciuto gruppi nuovi, abbiamo colto e accolto il loro spirito , in qualche maniera ci siamo anche confrontati.....non sono grandi esperienze queste??.

Il 23 Marzo del 2015.....saranno 10 anni che sono iscritto al Moto Club Lucca. ho visto tanta gente passarci dentro, chi a avuto il suo peso e chi no, chi ha portato qualcosa di buono e chi qualcosa di negativo. Ci sono stati anni in cui siamo cresciuti, in altri momenti ci siamo ridimensionati, abbiamo vissuto momenti di gloria e momenti problematici........ma da testimone di questi 10 anni vi posso assicurare una cosa.......lo spirito del Moto Club è sempre stato lo stesso, così come lo spirito della Motomaialata. ..........................avanti così per altri 10 anni......poi magari.....dopo ne riparliamo.

Vi stimo........Pantere TRIBAL
Per me quarta edizione e.....che dire.....dopo le ultime due sotto la pioggia finalmente una bella e assolata MotoMaialata...grazie a tutti i partecipanti siete stati tanti e tutti sorridenti...questo è lo spirito giusto...
Orgogliosa di essere pantera...un grande abbraccio a tutti.

ASANTA A differenza del Presidente Brunello, detto Scatena........il 17 davanti alla Motomaialata non mi preoccupava, come non mi preoccupano i numeri in generale, i record, le percentuali, i dividendi, i moltiplicatori, che poi li sottrai, li cataloghi...... tutta roba da ragionieri.
Mi ricordo benissimo di aver partecipato ad altri eventi appena dopo Natale e prima della meta' di gennaio, che avevano numeri ben maggiori ma che erano piu' insipidi di un piatto di tortellini comprati alla Liddle e conditi col brodo Star
La Motomaialata e' stata come un temporale nel bel cielo azzurro che ci ha accolto per entrambi i due giorni, e i temporali non avvengono mai per caso, non si formano cosi..... da soli.....Hanno bisogno di correnti, che si incontrano, che li legano, che formano delle " Dannate Nuvole " e che scaricano cosi tutto il loro entusiasmo, senza far caso a quanta acqua scende, perché l'importante e' che piova e forte.
Sono stati due giorni cosi, intensi, forti, partiti in una escalation crescente, fino alla fine.
Come mi garba a me, direbbe qualche altro della bassa toscana come me.
Ero solo terrorizzato dal fatto che partendo alle Undici del mattino circa, avevo dovuto fare colazione ancora in borghese e senza in mio rito del gnocco con i pantaloni addosso che puzzano di strada, la cosa proprio non mi faceva stare sereno, anzi, tutto il contrario.
L'aver cambiato la gomma anteriore due sere prima, tutta bella cerata, con acqua e nebbiolina fino su all'abetone, il pieno carico e la visiera che trasuda un po d'acqua, puo' anche starci, sono problemi che si conoscono, ma senza quel gnocco fritto..... mai piu' sfidero' una seconda volta la fortuna.
Ma e' andato tutto bene e si e' arrivati sulle proprie due ruote.

Il ricevimento degli ospiti ( perché uno educato lo scrive cosi ) e' andato bene, facce nuove, facce note, facce non riconosciute, facce mai viste, facce da schiaffi, facce di ogni tipo che pero' avevano stampato tra gli occhi, proprio sotto il naso la stessa espressione, quella che non la si vede quando si leggono dei numeri.
Gruppi di motociclisti e club tra i piu' disparati, compresi la domenica una fantastica sporca dozzina di ragazzini con le loro Vespe, talmente rimesse a nuovo e a lucido da fare invidia agli harleysti piu' puzzolenti quali in nostro Koko.
Gente strana .......gente curiosa...gente mai vista, come ad esempio un Club di motociclisti di Torino:
" I tre Merli sotto schock "
Ma pèrche' un gruppo di Motociclisti fatti di gente che coi ragazzini non c'ha nulla a che fare decide di chiamarsi " I tre Merli sotto schock " ?
Siate curiosi un pochetto come sono io, c'e' tutta una storia sotto, fatta di motociclete, di persone e di sano divertimento.
Non fermatevi alle apparenze, ai numeri, alle magliette colorate, nello stringere la mano a una persona, tenetela stretta un attimo.........due chiacchere arrivano in un secondo.
E questo l'ho visto di nuovo per la quinta volta, conoscendo il Moto Club da 5 anni, sono 5 Motomaialate di fila. ( Ci vuole un genio per scrivere una frase come questa )
L'ho visto negli occhi della gente, nelle parole ascoltate, nel brusio tra i piatti a tavola, nelle urla dei brindisini, nel gas delle moto, nel suono dei clacson, ma ancora di piu' ............
ancora di piu', nelle mie fotografie.
Non tanto in quelle pubblicate, ma in quelle che non ho mai scattato, perché mi sono guardato dentro all'obbiettivo e mi sono tenuto tutto per me. Perché quelle no........non le dimentico.
Mi sento quindi di dire che la due giorni e' andata bene, che gli ospiti sono rimasti soddisfatti, che noi altri si e' fatti quasi tutto quello che si poteva fare, che il tempo ci ha aiutato parecchio e che quindi si puo' mettere in archivio un buon risultato.
Sbagliato !!!!!
Il mio nonno mi diceva sempre :
"" Il pane e' bello quando lo metti in forno, ma saprai se e' buono quando sara' cotto dal forno ""
Ed allora per vedere quando sara' cotto il pane messo al forno della motomaialata bisognera' aspettare il 6 Gennaio la Moto Befana Benefica ( eo ho scritto benefica ) di Lucca.
Solo li, i numeri avranno davvero un peso di importanza, perché si trasformeranno in qualcosa di concreto, di tangibile, di palpabile, di reale.
E' quel giorno li, il vero giorno in cui si puo' dire di avere fatto una buona Motomaialata.
Ed e' quel giorno li, che aspetto con impazienza, per nascondermi di nuovo dietro ad un obbiettivo che scattera' alcune foto da mettere qui per la gioia di tutti, e ne scattera' tante altre da archiviare solo nella mia testa.
E' questo il vero senso compiuto della nostra Motomaialata, altrimenti............
sarebbe solo uno di quegli innumerevoli eventi postati su faccialibro, che ti arrivano in automatico e che ogni volta cestino come........ messaggio gia' letto.
Un abbraccio a tutti.
Uno caro a quella sporca dozzina di ragazzini armati con le loro bellissime motorette.

STEFFO

ciao a tutti, Ho letto tutti i vostri pensierini e non voglio dilungarmi troppo sono tutti belli e coinvolgenti, per me teoricamente sarebbe la 17th. motomaialata teoricamente perché per cause di forza maggiore negli ultimi 4 anni ne ho dovute saltare 1, sono riuscito questo anno a ritornare col mio scooterino senza offenderlo, è l'unica cosa che riesco a domare sono però rimasto fedele al marchio che mi accompagna da oltre 25 anni riallacciandomi ad alcune parole lette in questi pensierini, anche io posso dire che negli anni passati al moto club e sono ben 28 , di persone ne ho viste tante arrivare e tante adare via qualcuna a fatto delle buone cose altre sono state come meteore, hanno rovianto un bel po di cose e sono sparite, qualcuno si è comportato in maniera onesta ed altri in modo subdolo, comunque siamo ancora qua, con l'intento di far continuare a crescere il club, e la nostra motomaialata che anche quast' anno ha avuto un discreto successo, ringrazio tutti quelli che hanno collaborato. ps.: una cosa è passata ma stiamo già lavorando per il prossimo appuntamento……….

FRANCHINO

5 th adunanaza5 th adunanaza
MOTO CLUB LUCCA – REPORT 5^ ADUNANZA DELLE PANTERE 28/09/14


Cari amici, qui sotto ho riportato i commenti che Voi avete scritto in merito all’ultima edizione dell’adunanza delle Pantere del Moto Club Lucca. Questi commenti, resteranno fissi nella pagina dei report del sito del Moto Club Lucca, cosi che ognuno di noi può rileggerli a proprio piacere. Un saluto e un lampeggio a tutti voi.
  1. Non sono molte le occasioni in cui si contano così tante Pantere tutte insieme, una è la Motomaialata, il nostro raduno che si svolge tutte le seconde domeniche di Novembre, l'altra occasione e’l'adunanza e il pranzo sociale di fine anno. Alla Motomaialata, però siamo impegnati nei nostri compiti organizzativi, al pranzo sociale , svolgendosi a Dicembre siamo quasi tutti senza moto.
    All'adunanza invece andiamo con le nostre Moto..........facciamo branco e strada tutti insieme.
    Se permettete ha un sapore diverso.
    Eravamo a luglio durante il porkettiamo , quando, dopo una votazione unanime di gran parte dei presenti, decidemmo che la 5^ adunanza si sarebbe tenuta a Pianosinatico, presso il ristorante del campeggio “Nevesole” della Signora Betty.
    Siamo arrivati in 74 con più di 40 moto e qualche auto.........quasi tutto il Motoclub Lucca, tranne alcuni che per impossibilità varie tipo febbre, lavoro e altri impegni, non son potuti venire e che saluto con lo stesso calore con cui ho salutato questa mattina i partecipanti dell'Adunanza. come di consueto ci hanno fatto compagnia una decina di amici, graditi ospiti.- “ Tribal “

    ******************************************************************************


    Io posso dire che questa adunanza mi è veramente piaciuta (anche se mancava la mia dolce metà).
    Belle curve ed ottimo menù e tanti volti noti e meno noti.
    E'stato un vero piacere.
    Alla prossima. - “ Mav “

    ******************************************************************************

    La mia prima adunanza, purtroppo in versione ridotta, piena di incastri logistici saltati ma con un paio di miracoli sono riuscita ad esserci. Risultato? È stata GRANDIOSA.
    Dall'organizzazione, alla compagnia e al cibo. Lo stinco me lo sognero' a lungo.
    L'uscere ringrazia per l'ospitalità e dice:"siete proprio in bel gruppo coeso." Io aggiungo che nonostante il benvenuto dello Yeti , lo continuerò a vedere.
    Potrei scrivere un poema di soli aggettivi ma non lo farò. In sintesi dico che sono felice ed onorata di far parte di questo gruppo speciale: il Motoclub Lucca. - “ Samantha Globetrotter “

    *******************************************************************************

    Bella giornata, cominciata col solito ritrovo al Nelli e finita nello stesso posto un bel pò di ore dopo. Nel mezzo una grande giornata in compagnia di tanti amici (volti noti e persone conosciute nell'occasione), tra scherzi, battute, barzellette e un sontuoso pranzo !! E per finire anche un bel giro con rientro dal Passo delle Radici!!
    Bella giornata, un grazie a tutti per la compagnia!! - “Contemascetti”

    ********************************************************************************
  2. Anche per me e stata la mia prima adunanza...e stata veramente una bella giornata...bella compagnia bella gente tante risate...con un rientro fatto di belle curve...
    Grazie a tutti per la splendida giornata e onorato di far parte di questa grande famiglia che e il moto club Lucca!!! – “ Siculo76
  3. ********************************************************************************

    Buon giorno pantere!!!
    Sono alla mia terza Adunanza....ed è inutile ribadire che la vivo sempre in maniera diversa...sempre smaniosa di incominciare la giornata con i miei amici speciali...con il mio unico ed insostituibile MotoclubLucca...ma soprattutto con i nuovi arrivati ai quali cerco di trasmettere anzi di "contagiare" il mio entusiasmo ed il mio orgoglio pantedesco.
    Ieri un mio amico-fratello mi ha detto che è facile mettere i "mi piace" anzichè scrivere o rispondere ai vari post...cosa vera è giusta... ma per me è veramente molto difficile esprimere scrivendo tutta la carica positiva che mi trasmettono queste meravigliose giornate insieme...mi riesce sicuramente meglio dimostrarlo con i gesti..le parole...le battute..le risate...insomma lo sapete bene sono una pantera mooolto casinara....
    Non ho voluto fare nessuna foto...ma godermi attimo per attimo ognuno di "NOI"...
    Un immenso abbraccio allo staffe in cucina....... ma soprattutto alla "commovente" torta di mele...da sicula verace posso dire ad alta voce: UNSIPUTIVALIVARIDAVUCCA!!!!!!!! - “ Asanta “
  4. ********************************************************************************
  5. Altra adunanza ma solita e meravigliosa atmosfera di condivisione
    e di ilarità!!!!! Ottimo pranzo da Nevesole, ma questa non è una novità,
    ma una certezza e gruppo di Pantere alcune nuove ed altre più datate
    che si ritrovano, assieme ad alcuni graditi amici, per trascorrere una splendida
    giornata all'insegna del divertimento e della fratellanza!!
    Grazie a tutti per essere stati presenti e per aver contribuito alla riuscita di questo
    evento ciao ciao. “ Geco “
  6. ********************************************************************************
  7. Una parte del mio report... lo scrissi qualche giorno
    fa ancora prima di partecipare, prima ancora di mettermi in moto
    e di rimettermi indosso il Mio Gilet
    Ed e' proprio il mio Gilet, che alla prima delle cinque Adunanze non avevo,
    in realtà me lo portavo già' cucito addosso.
    Qualche anno fa, partecipai a un incontro di ducatisti extra tinga, si andava a visitare lo stabilimento della ducati a Borgo Panigale.
    Presi orgogliosamente il mio Bussolo, il mio gilet il mio pacchetto di paglie, la passata e andai. ( non vi dico lo sconcerto, quando alla ducati fui invitato a parcheggiare fuori, perche' la mia moto non era una Ducati, motivo per cui non comprerò' mai una ducati, pur potendomelo permettere anche ora, ma questo e' un discorso a parte ).Col gruppo... ci si fermo a mezza strada, in una casa di campagna, sul terrazzo c'era una grande cartello con su scritto " Ciao Mauro ".
    Ci si fermo'. Non capii... poi invece capii tutto. Non lo sapevo, il gruppo si fermo li per salutare un ragazzo motociclista che non c'era piu'. Mi trovai in imbarazzo. A causa del mio carattere, per fortuna o per sfortuna, estremamente sensibile a queste cose, mi misi in disparte, con gli occhi bassi, in segno di rispetto, io che li non c'entravo nulla. Un signora, con gli occhi lucidi mi si avvicino'. Era la mamma.
    Rimasi li, lei mi squadro' da capo a piedi, mi allungo la mano e mi disse " Grazie ragazzi di essere venuti a portarmi un vostro segno ". Ma io ero da solo. Lei invece vide il mio Gilet e con quel suo modo di parlarmi al plurale, volle salutare tutto il moto club, perche' il quel momento, io col mio Gilet, ero tutto il moto club, ero sia il Presidente Brunello, che l'ultimo degli iscritti, che ha la stessa valenza del Sig. Tribalfazer, tanto per essere chiari. Cosa vuol dire questo ?
    E' questo il senso di appartenenza. Quando si indossa il Gilet, ci si identifica e si porta per strada tra le persone tutto un gruppo, che e' fatto di persone, ancora prima che di motociclisti. Nel mio comportamento per strada con la moto, nel mio confrontarmi e relazionarmi con le persone che incontro, chiunque esse siano, non sono solo io che lo faccio, anzi di me neppure verra' ricordato il nome, mentre verra' ricordato il Logo del Moto club Lucca che vi e' stampato sopra.
    Allora ecco che cio' assume un valore molto piu' importante, assume un Senso, che va al di la del fatto personale. Non e' uno spavoneggiare, anzi tutto il contrario, e' un rimarcare il motivo di appartenenza che si vuole portare a conoscenza di chi questa realta' non la conosce, e poi ci anche lo scherzo, come con quello che mi si rivolge e mi dice " certo che voi toscani avete un accento strano, tu ad esempio.... vieni da ? " E io gli faccio....." Cecina, ma Cecina alta ". Il piu' delle volte vengo creduto. Io ci vedo questo in quel senso, mettermi indosso un pezzo di stoffa, significa portarmi sulle spalle decine e decine di persone, che amo che rispetto e che voglio che siano viste e conosciute quando in giro con me porto solo i miei capelli lunghi e la passata.
    Solo in rarissime volte, non ho avuto ne gilet e ne nessuna maglia, in viaggi in cui non ci sono foto, report da alcuna parte, nessuna notizia e che neppure Stefania ne e' completamente a conoscenza. Ma perche' quelli sono momenti da condividere sono con me stesso. Amo, l'ho sempre fatto, e sempre lo faro', quando ci si incontra inondare le persone di fotografie e di filmati, documenti che rimangono, che porto in giro, che diffondo con piacere e sempre.
    Non sono cose per me, io ho la memoria, servono per chi c'era, perche' si possa ricordare di un momento in cui si e' condiviso qualcosa con tutti, indistintamente, dal primo all'ultimo iscritto, perche' non c'e' un primo e un ultimo, c'e' solo qualcuno che essendo tra noi e' del moto club Lucca, uguale a me. Io ricordo che la prima volta che partecipai alla adunanza, non ero del moto club lucca, per il moto club ero un ospite, mentre io sapevo gia', cosa significava indossare quel gilet. Ed anche il mio, pur essendo loogilineo e in forma ha la cerniera rotta, quindi... ragazzuoli... vedete di rimanere in forma.
    La storia del Moto club Lucca del suo gilet, insegna che e' come un gran tavolo da pranzo, dove ognuno si siede, portando qualcosa da mangiare e lo condivide con tutti, non importa che si porta tanto o poco, importa che lo si voglia dividere con gli altri. E quando si ha il gilet indosso, non si porta in giro solo la propria faccia da schiaffi, ma ci si mette sulle spalle tutte quelle persone che ne fanno parte, quindi, cerchiamo di capirne questo senso, responsabile e di rispetto per ognuno di noi.
    Ma noi......lo sappiamo gia'.
    Ora..... non e' certo un capo di abbigliamento
    che mi distingue da chi non e' vestito come me.
    E non e' certo chi non e' vestito in maniera diversa da me
    che non puo' essere uguale, anche se...... non glielo consiglio.
    Per me e' il quinto anno, che mi metto in disparte
    con una macchina fotografica ad osservare ognuno di noi.
    Indistintamente, dal primo all'ultimo.
    E dal primo all’ultimo o all’ultima iscritta
  8. Sono felice di esserne un compagno di strada, anche….di strada - “Steffo “
  9. Tutte le foto nella fotogallery
  10. Il presidente Brunello


motopizzata irma 2014motopizzata irma 2014  

MOTO CLUB LUCCA - 07/06/2014 – 5^ MOTOPIZZATA

Carissimi amici e soci, possiamo dire che, anche la 5^ edizione della MOTOPIZZATA, organizzata dalla “ Trattoria – Pizzeria IRMA “ con la collaborazione del nostro sodalizio, è trascorsa piacevolmente dal primo pomeriggio, con l’arrivo dei primi motociclisti che in perfetto ordine e nel pieno rispetto del codice stradale sono stati accompagnati, dalle staffette, in un giro turistico tra le collina lucchesi , fino alla tarda serata, con l’esibizione del gruppo “ MOONGAZER “ ,l’estrazione della ricca lotteria e la ormai tradizionale gara di lentezza che , svoltasi nel parcheggio antistante la pizzeria, ha richiamato, come sempre, un numeroso pubblico incuriosito dalle varie acrobazie dei centauri costretti ad una andatura Più lenta possibile, che va, in qualche modo, contro la loro natura………………..

Anche i titolari della “Trattoria – Pizzeria IRMA “sono rimasti soddisfatti dal risultato della manifestazione ed assieme al sottoscritto, ringraziano tutte le pantere intervenute per il loro contributo all’organizzazione, rinnovando l’appuntamento all’anno prossimo.

Il Presidente
Brunello
acetaia 2014 Dopo il lungo letargo invernale……………..

Però passati i primi momenti di giusta tensione, più che altro per cercare di capire se le sensazioni erano ancora quelle giuste, tutto è filato via liscio..
Dieci curve da solista sulla porrettana, non di più, di cui otto sbagliate, e tutto è tornato a posto.
La compagnia è sempre quella giusta e gli ingredienti della ricetta sono sempre una garanzia.
Strada giusta, bei posti e buon cibo, e scatta quella scintilla fra chi condivide la passione per quel mezzo strano e straordinario che si chiama "motocicletta".
Tutto qui ? No naturalmente!
Perché ci vuole chi si sbatte per farsi venire l'idea, organizzare il tutto e mettere insieme 40 teste che non è mai semplice.
Grazie perciò a Beppe ( ma la Cristina chi è????) in primis e a seguire a chi s'è sbattuto perché tutto filasse via liscio.

Alla prossima.

P.S....lo so lo so chi è la Cristina...
manu60

Giornata bellissima e location fantastica, gestita stupendamente dai proprietari Luciano e Sandra che oltre alla lezione teorica di "Come si fa l'Aceto Balsamico Tradizionale", ci hanno deliziato con una gramigna con salsiccia superba, formaggi, affettati e dolci da capogiro, il tutto innaffiato da ottimo, ma veramente ottimo, vino.
Ringrazio tantissimo Luciano e Sandra per l'ospitalità...io e la fippina ci siamo sentiti a casa appena abbiamo messo il piede giù dalla moto.
Un "grazie" a Beppe Sarago, per averci fatto conoscere una realtà che, anche se sono vicino alla zona, non avevo mai avuto modo di vivere in prima persona.
Per il resto rivedere tante brutte facce mi fa stare solo bene...e credo che non mi stancherò mai di stare con voi.

Grazie a tutti!!
Fip144
Domenica all’Acetaia è stata (per me) la giornata delle sorprese:
_la 1^: mai mi sarei immaginato, viste le previsioni, di beccare una giornata così bella…
_la 2^: mai mi sarei immaginato che per il 3° fine settimana consecutivo avrei messo sotto le ruote oltre 300 km...
_la 3^: mai mi sarei immaginato che questi 350 km (in quasi 12 ore) li avrebbe fatti, senza batter ciglio (oddio, qualche “ho il culo piatto” è volato ma niente di che…), anche la mi’ Signora…
_la 4^: mai mi sarei immaginato che fosse così interessante scoprire come viene fatto “l’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena”…
_la 5^: mai mi sarei immaginato di esser goloso di dolci, che potesse piacermi il lambrusco, che potesse piacermi l’Aceto Balsamico (d’altronde finora avevo solo assaggiato l’aceto balsamico…), che avrei sentito odori e sapori di una tradizione millenaria (esatto, millenaria! Così ho capito e così riporto..) così sconosciuti ma anche così consueti…
Tra tante sorprese una certezza: ogni uscita con Le Pantere regala sempre sensazioni belle, emozioni positive, vecchie conoscenze e nuovi amici.
In una parola: GRANDIII!!!
ConteMascetti

Dopo quasi 2 mesi di fermo moto , dovuti alla caviglia infortunata , che c' ha messo più del previsto a recuperare , questa uscita è stata il miglior modo per riassaporare le uscite di gruppo....
Grande ed interessantissima esperienza : a 55 anni ancora non conoscevo il processo produttivo dell' aceto balsamico tradizionale di Modena.....
C' han pensato i 2 fantastici emiliani gestori dell' acetaia ad erudirci , con la solita , tradizionale ospitalità e simpatia che contraddistingue le persone di questa splendida regione....
Un sentito grazie a loro e a chi ha organizzato questa uscita....
Alla prossima.....

ansetup
acetaia 2014

Ogni volta si rischia di ripetersi con i complimenti, ma del resto se siamo bravi........non è mica colpa nostra……..
Stavolta sono stati Beppe e Cristina a regalarci una splendida giornata; sono stati insuperabili nell'organizzare il tutto, magistralmente supportati dai "padroni di casa" Sandra e Luciano.
Naturalmente un grazie va anche a chi ha partecipato rendendo ancora più festosa la giornata.


Il Presidente
Qui sopra ho riportato i vari commenti di soci e amici partecipanti.

Le foto nella Fotogallery

report 2014 gnocco
motomessa bmw 2014 report motomessa bmw

MOTO CLUB LUCCA – LAMMARI 26/01/2014 – 3^ MOTOMESSA
Una splendida giornata di sole a fatto da cornice alla 3^ Motomessa, organizzata del BMW Motorrad Club Lucca sul piazzale antistante la Chiesa di Lammari.
Purtroppo però, in ognuno di noi partecipanti, il pensiero per la recentissima e troppo improvvisa scomparsa dell’amico GIGI ha reso un po’ meno festoso l’avvenimento.
Anzi, proprio in ricordo di Luigi Giovacchini, con la partecipazione commossa dei presidenti dei principali gruppi motociclistici della lucchesia ( Oltre al BMW Motorrad Club Lucca, gruppo organizzatore, erano presenti: il Moto Club Centauri Lucchesi, L’Associazione Motociclistica Perla del Tirreno, il Moto Gruppo Tartarughe Lente di Viareggio, L’ Harley Howners Club Chapter Versilia, il Vespa Club di Lucca e il nostro sodalizio Moto Club Lucca) dopo la benedizione delle moto, a nome di tutta “LUCCA IN MOTO” , è stata donata una targa commemorativa alla Signora Giovacchini che era presente alla manifestazione accompagnata dal figlio Roberto.

Noi andiamo in moto anche per questo…………

Il Presidente Brunello

Le foto nella gallery

motobefana 204

report motomaialata 2013
4 adunanza 4 adunanza
MOTO CLUB LUCCA - 29/09/2013 - 4^ ADUNANZA DELLE PANTERE REPORT 4 ADUNANZA 4 ADUNANZA
porchettiamo 2013   porchettiamo 2013

MOTO CLUB LUCCA "4° PORCHETTIAMO" PIANOSINATICO
8\07\2013
Carissimi amici e Pantere, come tradizione, e le buone tradizioni non vanno mai abbandonate, eccomi a parlare del "PORCHETTIAMO" che ormai da 4 anni organiziamo in quel di Pianosinatico con gli amici Emiliani e soprattutto con la cucina e la simpatia di Franco, titolare del Campeggio "SOLE e NEVE".
E' proprio vero che tra il Moto Club Lucca e il Maiale c'è un buon rapporto di "collaborazione", magari non so quanto bene accetto da parte del Maiale.............
La giornata è trascorsa alla grande con un classico giro in moto, ma questa volta, la moto non è stata al centro della giornata, come giustamente ha osservato anche il Tribal in un suo commento:
""La cosa che più mi lascia stupito del porchettiamo è che per una volta la moto diventa solo un mezzo, anche se divertente, per raggiungere il campeggio e per divertirsi tutti insieme. Una volta parcheggiate le moto in fondo al campeggio, diventiamo noi i protagonisti della giornata. Una cosa che se ci pensate bene rende il porchettiamo una cosa davvero unica""

 
Per concludere voglio riportare ciò che ha scritto lo Steffo che rende
meglio di ogni altra parola lo spirito e il senso di questa giornata:
""Grandissima BELLA giornata, all'insegna del divertimento
della buona compagnia, buona cucia e sano divertimento.
Un grazie per ora al Connubio Gr.Emilia/Toscana che non sbaglia un colpo.
Anche se ad acqua.... come oggi.""
Naturalmente, prima di chiudere vi do l'appuntamento all'anno prossimo, prima domenica di luglio.

IL PRESIDENTE
Brunello

Tutte le foto nella
Photogallery
motopizza_2013 motopizza_2013

15/06/2013 – 4^ MOTOPIZZATA – MOTO CLUB LUCCA
Carissimi amici e soci, possiamo dire che, anche la 4^ edizione della MOTOPIZZATA, organizzata dalla “ Trattoria – Pizzeria IRMA “ con la collaborazione del nostro sodalizio, è trascorsa piacevolmente dal pomeriggio, con l’arrivo dei primi motociclisti, fino alla tarda serata, con l’esibizione del gruppo “ ZOCAFE LIVE “ e i vari giochi che hanno coinvolto gli iscritti.Primo fra tutti, la gara di lentezza, svoltosi nel parcheggio antistante la pizzeria e che richiama sempre un numeroso pubblico incuriosito dalle varie acrobazie dei centauri costretti ad una andaturaPiù lenta possibile, che va, in qualche modo, contro la loro natura………………..

Anche i titolari della “Trattoria – Pizzeria IRMA “sono rimasti soddisfatti dal risultato della manifestazione ed assieme al sottoscritto, ringraziano tutte le pantere intervenute per il loro contributo all’organizzazione, rinnovando l’appuntamento all’anno prossimo.

Il Presidente
Brunello


1 maggio 2011 maggio 20131 maggio 2013
  • MOTO CLUB LUCCA – “ 1° MAGGIO AI SASSI DI ROCCAMALATINA”
    Nonostante il cambiamento in corso d’opera della destinazione, originariamente dovevamo andare a fare il pic-nic a “Prato all’Albero” sul Passo della Colla, ma una manifestazione concomitante ci aveva fatto desistere, la proposta di Steffo “ Ziobestrega andiamo a visitare i “Sassi di Roccamalatina” si è rivelata veramente eccellente.
    Quindi, solito appuntamento al Nelli per la partenza alle 9,30 di un già discreto numero di moto, al quale si sono aggiunti due nuovi amici: Piero e zavorrina (Chiedo perdono, ma non mi ricordo il nome ) che avevano telefonato al sottoscritto la sera prima.

    Primo breve tratto di pallostrada fino a Pistoia per ritrovarsi con il resto del gruppo (e che gruppo) al secondo puntello, poco fuori la “città dell’Orso”.
    Da qui in poi curve e divertimento a non finire fino ad arrivare a destinazione.
    La località si trova a pochi chilometri da Zocca sull’Appennino Tosco-emiliano tra le provincie di Modena e Bologna, immersa nel verde con la possibilità di brevi escursioni sopra i “Sassi” che danno il nome alla piccola frazione.

    Data la vicinanza del paese di Zocca, ovviamente, è stato facile autoconvincerci a fare una breve visita alla villa, residenza di Vasco Rossi, che, oltre tutto, è l’autore della canzone che noi Pantere abbiamo adottato come nostro inno “ I Soliti “.
    Rientro verso casa sotto una cappa grigia che non prometteva niente di positivo, ma Giove Pluvio non è riuscito a rovinare il nostro fine giornata.
    Quindi, come direbbe lo Steffo “ BELLA GIORNATONA ZIOBESTREGA “

Il presidente
Brunello
Tutte le foto nella Gallery


gnoccozingarata_2013
photogallery
pasquetta_2013pasquetta 2013

Moto Club Lucca – 01/04/2013 – “ Pasquetta con le Pantere”

Le previsioni non promettevano niente di buono, ma la nostra testardaggine (Chi non risica non rosica) ci ha fatto, comunque, optare per la meta già programmata da tempo “ Lago di Suviana “ e la testardaggine è stata premiata.
Il meteo che tanto ci aveva fatto preoccupare per tutta la settimana, ci ha dato una tregua e la giornata è scivolata via come il vento “Suvianese” (come lo ha chiamato lo Steffo) che ha soffiato tutto il giorno su i nostri bracieri, alimentando il fuoco sotto la carbonella
, dandoci la possibilità di cuocere tutte le leccornie che ognuno di noi aveva portato a corredo del vero re della giornata “ IL PORCO “ o porchetta che dir si voglia.
Questa bontà è stata portata e tagliata sul posto, per il piacere di tutti i presenti, da Roberto, presid
ente dei “ Porchettari Per Passione” a cui vanno i nostri ringraziamenti per la disponibilità e la simpatia.C’è st
ata anche la possibilità di conoscere due nuovi amici, una coppia abitante a Lucca, ma sarda di origine, che si
è aggregata a noi fin dal mattino all’appuntamento al Bar Nelli e con la promessa, prima di salutarci, di rivederci molto presto.
A metà pomeriggio, un po’infreddoliti per il vento che soffiava dal lago e un po’ preoccupati che il meteo potesse tradirci , abbiam o cominciato a salutarci, per rientrare, ognuno, alle proprie città, chi in Emilia, chi in Romagna e chi in Toscana………….
Che dire, lo so che sono ripetitivo, ma anche questa volta, non ci siamo smentiti e, con l’aiuto degli amici “Porchettari” abbiamo reso la giornata molto molto……..appetitosa…….

Il Presidente
Brunello
Tutte le foto nella Gallery



motomessa bmw 2013motomessa bmw 2013

MOTO CLUB LUCCA – MOTOBENEDIZIONE DEL 27/01/2013
Carissimi amici e soci, quale ragione migliore di una Motobedizione, approfittando di una splendida giornata di sole, per incontrare tanti motoamici.
L’occasione ce l’hanno data i “colleghi” del BMW Motorrad Club di Lucca che, per il secondo anno consecutivo, hanno organizzato una concentrazione di motociclisti presso il piazzale antistante la Chiesa di Lammari, per la benedizione delle nostre cavalcature.
Il successo dell’anno passato, si è ripetuto, vista la partecipazione di diversi gruppi lucchesi ( oltre al nostro sodalizio erano presenti gli amici del Vesta Club Lucca e del Guzzi Club Lucca) e non lucchesi, come l’HOC (Harley Owners Club) di Livorno, oltre a vari motociclisti non appartenenti a nessun gruppo.-
Alle 12,00 il Parroco di Lammari è uscito per la benedizione delle moto e per i saluti di rito.
Il seguito del programma, prevedeva un pranzo tutti assieme, ma noi del Moto Club Lucca abbiamo preferito rientrare alle nostre rispettive “dimore”.
Rinnoviamo i complimenti fatti l’anno scorso agli amici del BMW Motorrad Club di Lucca e, naturalmente, già da adesso assicuriamo la nostra presenza per l’edizione dell’anno prossimo.

IL PRESIDENTE
Brunello


MOTO CLUB LUCCA – “ 4^ MOTOBEFANA BENEFICA CITTA’ DI LUCCA “ 06/01/2013

Carissimi amici e soci, è sempre un grandissimo piacere e una piacevolissima emozione, condividere con voi le varie iniziative promosse dal nostro sodalizio, ma la “Motobefana” è per me una cosa particolare e le sensazioni che provo nell’organizzarla, assieme a voi e nel viverla, personalmente, sono veramente uniche
Quest’anno siamo arrivati alla 4^ edizione e, in qualche modo, aiutati anche dal tempo, non proprio inclemente (il ricordo va all’ultima Motomaialata) siamo riusciti a mettere insieme quasi 130 partecipanti, un numero importante, vista la situazione generale e visto che ognuno ha dato un contributo alla cifra che abbiamo consegnato alle Sorelle della Casa Famiglia “ I Piccoli Apostoli di Maria”.
Come ha scritto anche il nostro Vice Presidente Stefano (Tribal) < “In controtendenza ad altri raduni, compresa anche la nostra Motomaialata, la “Motobefana Benefica Città di Lucca” stà crescendo anno dopo anno con soddisfazione di tutti noi, ma anche dei Moto Club ospiti, quali “Centauri Toscani” di Lucca, il Guzzi Club “Triangolo delle Aquile”, le “Tartarughe Lente” di Viareggio il “Motorrad BMW Lucca” e i “Porchettari Per Passione” di Pisa.
Quest’anno poi, abbiamo avuto anche la partecipazione delle “vecchie signore”del Club Balestrero di Lucca.
La partecipazione degli altri Moto Club, oltre ad essere un segnale di fratellanza è anche sinonimo di fiducia in quello che facciamo”>
Quindi, a nome di tutto il Moto Club Lucca, ringrazio tutti i partecipanti di questa edizione, oltre ad un ringraziamento particolare alla Pattuglia Motomontata del Comando dei Carabinieri di Lucca (nostra impeccabile scorta da ormai 4 anni e spero anche nei prossimi a venire) e do a tutti l’appuntamento per la 5^ edizione del 2014 della “ MOTOBEFANA BENEFICA CITTA’ DI LUCCA “
Il Presidente
Brunello



MOTO CLUB LUCCA – 08/12/2012 – “PRANZO SOCIALE”
Carissimi amici e soci, sabato scorso abbiamo festeggiato, con un ottimo pranzo ed una piacevolissima festa, accompagnata da riconoscimenti ed ad alcuni soci e “rose bianche” a tutte le rappresentanti del Gentil Sesso, la chiusura dell’attività del nostro Moto Club per quanto riguarda il 2012.

Direi un anno molto positivo che ha visto un buon consolidamento dei tesserati, confermando l’ottimo risultato dell’anno precedente.
Purtroppo anche quest’anno alcuni amici, o che ritenevamo tali, non hanno più voluto condividere con noi la strada che abbiamo percorso, preferendo altra compagnia, ma sono stati compensati egregiamente da nuovi soci che hanno contribuito a rendere, dal punto di vista organizzativo, l’anno appena trascorso, un fantastico anno.
Inoltre, grazie alla intraprendenza organizzativa di alcune socie, siamo riusciti ad organizzare (con un discreto risultato) una “Motocaccia al Tesoro” che sicuramente con tutte le migliorie del caso, sarà bissata nel 2013.

Naturalmente verrà accompagnata da altre iniziative, oltre a quelle classiche, che ho appena elencate, abbiamo in programma una serie di gite domenicali con pranzo al sacco, toccando varie località toscane e delle regioni limitrofe.
Ovviamente non mancherà la partecipazione a qualche motoraduno, soprattutto per tenere buoni rapporti di “vicinato”.
Come ogni anno verrà stilato un calendario delle nostre iniziative, che verrà aggiornato mensilmente durante l’assemblea dei soci che si terrà ogni ultimo mercoledì del mese (altra novità del 2013) e come ogni anno, comincerà con la gita di capodanno al “Monte Senario” e continuerà con la nostra Motobefana Benefica arrivata alla 4^ edizione e poi….. Stradaaaaaaaaaaa!!!

Oltre alle classiche manifestazioni , che ormai sono entrate a far parte della storia del nostro sodalizio ( Motobefana, Motofagiolata, Motopizzata, Adunanza delle Pantere e Motomaialata arrivata alla 15^ edizione), quest’anno abbiamo organizzato due mega gite: una al Col de L’Iseran e l’altra in Germania e precisamente ad Augsbourg, in occasione della “BiketemberFest” organizzata dai Gypsy, gruppo M.C. Tedesco amico da anni del nostro sodalizio.

Ancora poche parole, prima di salutarvi per ricordarvi che Mercoledì 19 dicembre, ci ritroveremo tutti presso la nostra sede “tana” a farci gli auguri di Natale con una ricca apericena.
Ma soprattutto, Maya permettendo, il Moto Club Lucca, vi aspetta presso il Ristorante “La Ruota” di Fornoli con una megafesta per salutare il 2012 e dare il benvenuto al 2013.
Adesso chiudo veramente, non vorrei annoiarvi troppo.
Vi ringrazio ancora per tutto l’impegno che avete messo in tutto ciò che abbiamo organizzato e vi faccio i migliori auguri di un Buon Natale e di un 2013 pieno di felicità, salute e soddisfazioni per tutti voi e i vostri cari.

Buona strada a Tutti!!!
Il Presidente
Brunello
La mia 15° Motomaialata, non inizia nel migliore dei modi. 

Anzi, tutto il contrario. 
Per noi sara' una due giorni. Come l'anno scorso si parte il sabato a pranzo e si rimane su la notte per tornare la domenica.
Stavolta niente Hotel, si e' ospiti dal Vice presidente, tanto per non farsi mancare nulla.
La mattina e' tutto pronto. Moto caricata e pronta a prendere due gocce d'acqua. La Steffolona e' intasata di antibiotici, ma non discute piu' di tanto.
E' la mia terza edizione, in questi tre anni che frequento la parte alta dell'Emilia e non voglio mancare assolutamente.

 Mi viene l'idea di dare uno squillo al Tribal la mattina, non l'avessi mai fatto. In men che non ti dico, si accorda con la Steffa… " venite su in Auto, la moto allo Steffo gliela do' io ".
Fregato in pieno, telefonata che non rifaro' mai piu'.
Mentre salgo, mi pento di non avere rifiutato l'offerta, me ne pento per tutti e due i giorni…ma la domenica, quando scendo verso casa, in autostrada e vedo le condizioni generali, mi dico che ho fatto bene. Sinceramente, guardando gli altri Biker che scendevano con Nicosan in testa, mi ci rivedo e credo che mi sarei trovato in estrema difficolta'.
Giusto quindi aver ascoltato il consiglio di un vecchio.

 Il Sabato passa benissimo.Dopo aver fatto tappa dal Tribalone, ci si cambia d'abito, da civile a Motaro e si comincia a stare piu' comodi.
Mi viene data la Serpe in comodato d'uso.
Devo dire che mi ci sono trovato bene. Un po' di soggezione perche' la moto non e' mia, e se ci dovessi fare un pattone, mi dispiacerebbe il doppio, ma direi che mi e' piaciuta. Moto precisa, dolce nella erogazione, che ti da subito confidenza.
La apprezzo ancora di piu' la sera al ritorno dalla tana, quando si fanno due passi per tornare alla basa Tribaliana, scortando prima a casa il Presidentissimo, che non per nulla abita in una via…una classica via dei Presidenti. 

Il pomeriggio e la serata alla tana trascorre via liscia come l'olio.
Malgrado il tempo non ci aiuti, l'atmosfera e' calda e piacevole, ci sono anche i Gypsy, un Moto Club tedesco, con il suo presidente, amico stretto del nostro, che noi eravamo andati a trovare tempo fa. Hanno ricambiato la cortesia e ora ci fanno compagnia qui nella nostra citta'.
Tra canti, cori e balli, appoggi, risate, bevute e sigarette, cazzate e strette di mano vigorose… la serata trascorre e la mezzanotte passa come fossero le Otto di sera.
Si aspetta l'ultimo e si chiude Ir Bandone. Tutti a letto, gli ultimi prorio noi tre. Poca strada da percorrere quella sera, strada umida,, non piove, c'e' buona luce e stranamente fa caldo…
Mi infilo dietro al Tribal per quei ochi km che ci separano da casa sua e mi aspetto…che invece tiri dritto per andare a comprare le sigarette chissa' dove.
Non lo fa, ma credo che ci abbia pensato dentro al casco.
Si rimettono le moto in garage l'ultima paglia e via a letto…sperando che il mattino ci porti qualcosa di buono…. 

Il mattino arriva, la benedetta domenica mattina della 15° Motomaialata 2012, il 15°anniversario e il tempo invece….e' il piu' brutto avuto in questi 15 anni.
Non e' solo un fatto di pioggia, a Novembre ci sta' tutto ed e' un fattore preventivato, si tratta di un allerta vero e prorpio, che diventera' poi un allarme concreto col passare delle ore.

 Essendo a casa del Tribal, non posso fare a meno di osservarlo e attraverso il suo comportamento e' come se il raduno lo vivessi da dentro. Pur sempre goliardico e mattacchione e gentilissimo con chi telefona per avvisare che causa forza maggiore non potra' venire, appare estrmamente nervoso e ansioso. Vaga da una finestra all'altra, la televisione accesa sul Meteo 24, il computer pure. 

La situazione e' chiara, la manifestazione e' compromessa, rispetto alle premesse iniziali. Ma non lo sara' invece nei confronti di chi si presenta e decidere di passare la giornata con noi. Anzi, tutto il contrario. Tra le tre che ho vissuto io, questa e' stata la piu' calda di tutte. 

Ci si avvia al Foro Boario, navigando per strada e si capisce subito che la situazione e grave.
Al Foro c'e' un presidio della Protezione civile. Rimango perplesso e in soggezzione, vedendo quelle persone che andavano a raccogliere sacchi di sabbia, mentre noi eravamo li a divertirci. 

Le due situazioni stonavano…. ma noi avevamo gente che arrivavava e si era li per loro, non li si poteva rimandare indietro.
Ma quelle zone cosi devastate da quell'allagamento me le ricordero' per un bel pezzo.
Si va direttamente al ristorante, fare il giro e' impossibile. I vertici del Motoclub discutono, assieme anche alla nstra solita pattuglia che ci e' venuta a salutare. Ci sono strade chiuse al traffico, mezzi di soccorso in giro, allerta generale. Meglio di no. 

Si va diretti al ristorante e qui complice l'atmosfera ci rilassiamo un po' tutti e cominciamo a divertirci. 
Sicuramente il momento piu' bello e' stata la premiazione del 1° Memorial Tabino, in onore a questa persona. 

Il Sig. Brunello, fatica quasi a ricordarne la persona e raccontare la sua storia. Una storia legata e intrecciata con la sua da moltissimi anni, questo lo si percepisce chiaramente, ma alla fine riesce a ridare a tutti un momento di sorriso in quei minuti cosi solenni. 

A questo punto si fa sotto la Steffa….e' ora di andare. Avendo la moto del Tribal, se aspetto lui, arrivero' a casa a notte fonda… ma non si puo'.
La giornata comunque non e' buona per viaggiare, e gli antibiotici della Steffa la richiamano a un po' di relax.
Meglio andare, si riporta la moto a casa del Tribal e si ritorna per i saluti e via verso casa, mia. 

Non sono toscano, non abito a Lucca… ma quando lascio quei posti…. mi volto sempre indietro, perche' mi rendo conto che oramai e' nato una rapporti tra me e questi posti. 

Ogni volta li lascio portandomi a casa qualcosa e ogni volta me ne vado lasciando li qualcosa.
E' un rapporto alla pari.
Chissa'…magari un giorno…come sara' questo rapporto ? 

Ringrazio il mio mio Club per la bella festa che ha saputo mettere in piedi e anche con lui il mio rapporto e' molto simile a quello che evidenziavo prima…
con la sola differenza che...... 
mi viene dato tanto, in cambio di pochissimo.

Firmato.
Pantera N° 105 MC Lucca.

MOTO CLUB LUCCA   10/11 NOVEMBRE 2012
15^ MOTOMAIALATA

Quindici anni sono trascorsi, da quella prima idea di organizzare un raduno alle porte dell’inverno, per sfidare un po’ la sorte (anche se come data venne scelta la seconda domenica di novembre che cade sempre a cavallo dell’ Estate di S.Martino)
E un po’ per mettere alla prova i veri motociclisti, ma soprattutto i veri amanti del maiale e della buona cucina.
A pensarci bene, l’effetto “Estate di S.Martino” ha avuto i suoi affette positivi, se consideriamo che, in quindici anni, abbiamo avuto solo due eventi meteorologici che ci hanno danneggiato dal punto di vista organizzativo: nel 2009 e quest’anno.
Comunque ogni volta siamo riusciti ad aggirare l’ostacolo e abbiamo portato a termine la nostra manifestazione, sempre in modo positivo; tutto questo, soprattutto grazie alla disponibilità e alla professionalità dei vari soci che si sono avvicendati in tutti questi anni.


Quest’anno “Giove Pluvio” ci ha messo veramente alla prova, chi ha avuto modo di partecipare, avrà notato, la domenica mattina, all’interno del piazzale del nostro tradizionale luogo di ritrovo, “FORO BOARIO”, i mezzi della Protezione Civile che andavano e venivano a causa dell’ emergenza pioggia.
Segnatamente posso dirvi che, quando sono arrivato alle 8,30 di domenica mattina, il piazzale era completamente allagato.
Ma questa 15^ edizione verrà ricordata anche per eventi piacevoli, quali sono stati, in ordina cronologico, la partecipazione, per la prima volta, di un gruppo straniero e precisamente del gruppo dei “GYPSY” provenienti dalla Germania ( Amici da molti anni del nostro Moto Club) e la commemorazione in ricordo di Antonio Tabarrani     “ Tabino”.

Sabato 10 novembre alle 14,30 inizia la nostra manifestazione più importante, quella per cui anche i nostri soci più distanti, confluiscono a Lucca per poter dare il loro contributo all’organizzazione.

L’inclemenza del tempo ci crea già il primo problema, l’annullamento del giro in moto per portare i nostri ospiti a fare un assaggio di vini presso una Cantina Vinicola a Casigliano.
Quindi la festa, con l’accoglienza dei pochi, ma buoni, partecipanti, comunque provenienti  un po’ da tutta Italia ( Piemonte, Veneto, Emilia, Marche e Campania) si è svolta tutta presso la nostra sede nella pizzeria “El Paso” e si è  protratta fino alla mezzanotte inoltrata, tra un’ ottima cena, canti, balli, l’esibizione delle “Pantere Village People” e spaghettata finale.


La domenica mattina, potrebbe essere tutta concentrata nelle parole di una canzone di Gianni Morandi << SCENDE    LA    PIOGGIA    MA   CHE   FA……….>>.
E di pioggia ne è scesa veramente tanta tanta tanta.
Ma la Motomaialata e i suoi organizzatori nonché soci del Moto Club Lucca, sono riusciti a superare anche questa difficoltà.
Rapida modifica del percorso per poter arrivare al ristorante ” Steffan “ dove è continuata la festa tra premiazioni e ricca lotteria benefica ( Voglio tutti quelli che hanno contribuito; da chi ci ha fornito i premi, a chi ha acquistato i biglietti)


Il ricordo, commosso, di Antonio Tabarrani “Tabino” un nostro grande amico che non c’è più, ha concluso una bagnatissima, ma bellissima giornata e la 15^ edizione della “MOTOMAIALATA”.

Un ringraziamento, a tutti gli intervenuti e un appuntamento al prossimo anno per la 16^ edizione nella speranza che sia molto più “asciutta”.

Il presidente
Brunello


MOTO CLUB LUCCA – 4^ NOTTURNA  “VIAREGGIO – RIMINI “ 28/29 LUGLIO 2012
La mia notturna è cominciata molto prima della serata all'Aloha...

...da almeno tre giorni pensavo a questa ennesima avventura-zingarata e la "fregola" del venerdì sera e del sabato mattina si è tramutata, nel momento della partenza verso il puntello con gli emiliani-romagnoli, in consapevolezza e concentrazione.

Ore 14.30 Puntello bolognese:

Già mezz'ora prima ero presente al puntello, oltre a presentarmi sempre con anticipi abbondanti, non avevo voglia di stare in casa.
Alle 14.32 primo arrivo...Gommeinfiamme e Mototopola si presentano con al seguito Nicosan e Sebastiano incontrati in tangenziale...direi che anche se si mettevano d'accordo non ci riuscivano...
Passano altri 10 minuti spuntano xbabax e R41N e, poco dopo, si presenta al puntello anche Virtual...direi che ci siamo tutti e si può partire.
I caldo è clamoroso con punte di 40° - 41°...si spera che svalicando la temperatura vada calando, ma Invano...
Partenza!!!

Ok, ci siamo...partiamo verso la collina, ma il caldo continua inesorabile...passiamo Porretta e ci fermiamo a San Marcello Pistoiese...un piccolo pit-stop per rinfrescarci un'attimo e per bere qualcosa di fresco.
Ripartenza verso Viareggio con piccolo episodio...tutti in fila con me in testa...la strada è abbastanza scorrevole, la velocità è di relax e il traffico è scarso, ma...da una strada alla mia destra vedo una pallina da tennis seguita di corsa da un cane di media taglia...il cane si ferma a 10 cm. dalla moto, prende la pallina e torna indietro, io non faccio una piega, tengo la mia velocità e la mia traiettoria, ma giuro che mi ero già visto per terra...un km dopo ci fermiamo, avevo le gambe che mi tremavano come una foglia al vento...spavento allo stato puro!!!!
Dopo questo piccolo inconveniente arriviamo a Viareggio verso le 18.30 e il caldo è sempre intenso...
Siamo i primi ad arrivare all'Aloha, quattro chiacchiere, ci beviamo una birra, ci rilassiamo e aspettiamo tutti gli altri motanti.
Piano piano arrivano tutti...vedo con piacere Gattapazza, conosco il Trotta e con piacere rivedo tutti gli amici, compari di tante avventure motociclistiche.
La serata passa tranquilla, ottimo apericena, risate, appoggi, foto di gruppo e siamo pronti...

Ci siamo....Partenza!!!

Ore 21.00 o giù di li...ci prepariamo alla partenza, piccolo brefing del Tribal con piccole accortezze da seguire ai caselli autostradali (non vogliamo che il Gattaccio paghi come un 3 assi!!!) e ci mettiamo in moto alla volta della collina...

Ecco, ci siamo...vedere il serpentone di luci è sempre una sensazione particolare, un gusto che solo vivendo la moto si può descrivere...

La notturna è partita, la nostra notturna è partita...siamo tutti carichi come molle e pronti a vivere questa esperienza unica nel suo genere.

Non sto a descrivere tutte le soste che abbiamo fatto, ma una in particolare...il passo della Calla di notte, completamente al buio è una cosa veramente sensazionale...vedere un'ammasso di stelle così e perfettamente la via lattea ci fa capire quanto siamo piccoli nell'universo...l'unica cosa preoccupante sono stati i vari rumori che hanno fatto da contorno alla sosta...al buio non si vedevano, ma si sentivano!!!

La notte passa tranquilla, le moto si comportano benissimo e la palla di pelo del gattaccio comincia a farsi sentire...

Arriviamo in pianura e, da parte mia, un piccolo avviso di sonno...fortunatamente è durato solo pochi minuti perché l'euforia dell'arrivo a Rimini ha prevalso sul sonno...
Rimini!!! Rimini!!! Rimini!!!

Sono le 5.00 più o meno...entriamo a Rimini...entrata trionfale per noi che abbiamo motato tutta la notte...il profumo delle pasticcerie e di pane ci accompagna fino al lungomare...
Ci fermiamo, parcheggiamo e mi parte un urlo liberatorio...EVVAI!!! Ce l'avevo fatta, avevo sconfitto il sonno per la seconda volta e motato in compagnia di persone UNICHE!!!

Ecco la spiaggia, le chiacchere liberatorie, le foto, l'attesa dell'alba, le battute divertenti e la consapevolezza di quello che avevamo fatto...ma soprattutto con chi l'avevamo fatto...con una compagnia di persone così la notte diventa parte di te, la moto diventa parte di te...ma se non si vivono queste sensazioni è difficile spiegarle.

Il sole fa capolino, una barca all'orizzonte sembra che la voglia salutare per prima...le foto si sprecano e il giorno comincia il suo corso...
A qualcuno lo stomaco comincia a brontolare e ci si avvia verso l'IRMA per una colazione sul canale.

Sulle prime avevo deciso di fermarmi sul prato adiacente al bar per farmi un riposino di un'ora e per questo avevo salutato tutta la truppa che si avviava verso l'autostrada rimanendo da solo, ma il caldo cominciava a farsi sentire e, dopo essermi dato una lavata di faccia, ho deciso, di prendere con calma la via di casa. Senza neanche farlo apposta, mi trovo all'ingresso dell'autostrada con tutta la truppa appena salutata e si fa un po' di strada insieme.

La crisi si fa sentire, saluto chi riesco e mi fermo in autogrill per un pit-stop tecnico. Riparto dopo circa una mezz'ora e arrivo a casa.

Sono le 9.45, entro in casa, mi spoglio al volo e mi sfiondo a letto...

I primi pensieri, prima di addormentarmi, erano per tutti i partecipanti alla notturna...un ringraziamento per la splendida nottata passata insieme...anche se con qualcuno non ci siamo scambiati quasi nemmeno una parola, il fatto che abbiamo vissuto questa esperienza insieme, fa si che siamo persone uniche.
Ringraziamenti
Tutti, dal primo all'ultimo...agli emiliani, ai romagnoli, ai toscani, ai liguri e, in particolare alle donne che hanno partecipato a questa notturna:
Steffa, Gattapazza, Gattaccia, xbabax, Mototopola, Cristina (zavorra Yety), zavorra Il_Cent... e un'altra ragazza che non conosco il nome...
Un GRAZIE infinito per la vostra determinazione!!!

Ora una piccola considerazione...

All'inizio pensavo che per organizzare un'uscita tipo questa fosse cosa semplice e che bastava la passione per la moto per farla riuscire sempre bene...
mi sbagliavo di grosso...
certo, ci sono persone che fanno questo per passione, ma che hanno la consapevolezza che quello che vanno a proporre è frutto di valutazione, discussione, approvazione e solo alla fine viene proposto in maniera che niente è lasciato al caso...
Il mio più sentito GRAZIE va a tutte quelle persone che hanno fatto diventare questo evento, e tutti quelli che verranno, un momento unico per la vita di un motociclista.
GRAZIE!!!

*******************************************************************************

GATTACCIO
Via, ecco il gattoreport:
l'inizio.
Anna ed io eravamo in avvicinamento all'Aloha qiuando incrociamo una motociclista su una zeta nera che ci saluta concitatamente. Era Gattapazza che stava cercando il punto di partenza di questa zingarata speciale che è la Viareggio-Rimini. Arrivati a destinazione è stato molto bello fare conoscenza dei nuovi e vedere vecchi amici. La sorpresona di avere il Trotta in squadra è stata notevole. Non lo vedevo da molto e mi ha fatto davvero piacere. E' stato molto bello per me pregustare la partenza, se non altro sapevo più o meno a cosa sarei andato incontro;questa è la mia seconda Notturna e so che sarà lunga, quindi che è bene dosare le energie. Foto di rito. Ne scatto qualcuna al gruppo che si gode l'aperitivo, poi il sole che tramonta. Stefano suona il suo corno e si capisce che è il momento di abbassare la visiera e schiacciare il pulsante con la saetta. Comincia l'avventura in un tripudio di clacson e ci arrampichiamo su verso Montemagno. Quest'anno in sella siamo in due. Anna ha desiderato intensamente partecipare e mentre facciamo i primi tornantini si parla in interfono. Ricordo le emozioni dell'anno scorso e facciamo il punto delle variie questioni logistiche. Facciamo alcuni test di posizione in sella per affrontare meglio le curve. Anna è molto brava e coraggiosa a stare dietro (io non lo farei) e mi segue alla perfezione in ogni spostamento del peso e cambio di direzione.




una sensazione di pesantezza
durante la sosta per rifornimento in autostrada mi prendo un po' del caffè che avevo preparato per condividerlo coi compagni di strada. Questo caffè mi rovinerà la notturna...Proseguiamo fino alla sosta per appesantire l'abbigliamento. Infilata la felpa delle pantere si riparte e sul Croce ai Mori un gruppo arzillo parte in stile tt tour. Io, vuoi per il "cavallaggio" esiguo del mio mezzo, vuoi per centellinare le forze e l'attenzione resto buono buono del mio passetto turistico. Ho davanti a me Aki73, una nuova pantera con la sua impeccabile Hornet 600 del 2000. Mi fa cenno di passare, ad un certo punto. Io non lo faccio perché l'andatura che sta tenendo mi va più che bene. Al secondo cenno penso che abbia un problema di illuminazione della strada. Sfilo e mi metto davanti alla stessa velocità, ma man mano che salgo sul valico avverto uno strano senso di pesantezza alla testa: è come se le curve continuassero oltre il loro naturale raggio. Mi spiego. Inclino lo scooter e quando arrivo al massimo angolo di piega mi sembra che la strada continui ad "andare via". Una sensazione simile a quella di quando si è ubriachi e "gira la testa". Gran brutto affare. Comincio a sudare freddo ed avvertire dei sintomi di nausea e diarrea (questi ultimi fortunatamente meno intensi). Mi dico:"è un bel casino. C'è da fare un mare di chilometri, ancora." Faccio qualche errore di impostazione delle traiettorie e rallento un pelo. Alcune moto mi superano, altre scelgono di restare in coda. Comincio a vedere i delineatori gialli e neri da neve a bordo strada e capisco che siamo in quota. Il passo della Calla non dev'essere lontano. La mia navigatrice, che si è accorta che qualcosa non sta andando per il verso giusto, mi chiede cosa c'è che non va e quando la informo, tra una curva e l'altra, mantiene una calma estrema e mi lascia guidare. E' preoccupata per me. Lo sento, ma non me ne vuol dare inquietudine. All'improvviso vedo balenare in mezzo alla strada una selva di luci violacee. Sono le torce a led dei ragazzi del gruppo di testa che si sono fermati e si segnalano. Ci fanno fermare di lato. Siamo sulla Calla, finalmente. Altro passo a me ignoto finor
a.

Il punto della situazione

Sono già un po' stanco dato il mio stato, ma lo spettacolo è bellissimo. Un cielo brulicante di stelle fa da cornice ad una densissima Via Lattea che segue la nostra rotta in mezzo ai monti ricoperti delle sagome nere degli abeti nella notte. Ad un certo punto vedo una stella cadente ed ho pensato di esprimere il desiderio. Ci sono dei camper che stazionano in uno spiazzo e le moto sono tutte ferme dall'altro lato. Ogni tanto dei poderosi rutti prodotti da Poldo squarciano il silenzio. Comincio a passeggiare per farmi passare il mal di stomaco, ma niente. Sto sempre peggio. Il caffè caldo unito al freschino del tratto che andava dall'autogrill alla sosta vestizione deve avermi impedito di digerire quello che ho mangiato all'aperitivo. Provo a vomitare, ma niente. Si risale in sella e comincia la lunga discesa verso Santa Sofia. é stato un vero calvario. Il campo visivo che si restringeva costantemnte ed era sempre più difficile fare delle linee accettabili, con naturalezza. Ricordo di aver rallentato diverse volte e sempre di più. Temevo che non avrei potuto mantenere una media decente per arrivare a Rimini per l'alba, ma ho voluto lottare, mentre la sudorazione aumentava a dismisura. In questi casi la compagnia conta ed io lo sapevo. E' l'unico motivo per il quale ho scelto di non tornare indietro. La mia notturna poteva anche finire sulla Calla, non ci sarebbe stato niente di male. Anna ed io avremmo rifatto la strada al contrario, piano piano, fino a casa, ma non ne abbiamo nenache parlato. Né lei né io abbiamo avuto il minimo sentore di voler tornare indietro e forse il motivo principale è perché il gruppo non ci ha mollato un minuto. Sì, perché se c'è chi si alterna in spari adrenalinici davanti, c'è anche sempre qualcuno a fare da "scopa" in coda.
L'essenza di tutto

E' a questo punto che mi sento di ringraziare chi la organizza questa piccola follia. Motociclisti veterani coi quali te la puoi sentire di andare in capo al mondo. Gente da cui c'è molto da imparare in fatto di stare in strada e come farlo in gruppo e PER il gruppo. Insomma, Ci sono stati, tra tutti gli altri, Brunello (il Presidente del MC Lucca), Ducasenior, Alexzxr, specie nell'ultimo tratto, quando son riuscito a vomitare. Quando volevo convincerli ad avviarsi per non perdere l'alba. Loro non ne hanno voluto sentire parlare e mi hanno atteso. Non mi hanno voluto lasciare da solo in coda. E' anche per loro che ho voluto spingere fino a Rimini. Devo dire che è stata davvero una gran soddisfazione quando all'arrivo il sole era ancora nascosto sotto l'Adriatico e sebbene fossi ridotto ad uno straccio me la sono goduta, la mia seconda alba riminese.

Il ritorno
Volevo fare l'autostrada, ma temevo che sul dritto avrei rischiato di addoermentarmi, quindi mi sono unito al gruppo che ha fatto Rimini-Imola in autostrada, poi il passo del Giogo.
Anche quello non l'avevo mai fatto e mi è piaciuto molto. Certo, però, guidare su strade del genere stanco morto non è il massimo: risultato una passeggiata tra bellissimi panorami. Abbiamo fatto una sosta ad un baretto non so dove(ero troppo troncato) e dopo due chiacchiere mi sono recato a casa insieme alla mia signora, che mi ha tenuto sveglio sulle ultime (molte)curve che ciseparavano da casa. ci abbiamo messo veramente una vita ad arrivare, perché la nostra velocità era inversamente proporzionale alla nostra stanchezza; per cui, per viaggiare in sicurezza a causa della lentezza dei riflessi, negli ultimi chilometri siamo andati veramente a passo di corriera. Arrivati a casa con le ultime forze, Anna ed io ci siamo complimentati a vicenda per avercela fatta. Era la nostra prima traversatainsieme. Il tempo di salire le scale, inviare un paio di messaggi al Fasco e al Tribal e stramazzare sul letto. Quattro ore dopo dovevo lavorare.

Grazie a tutti per aver permesso la realizzazione di questa Viareggio-Rmini e ditemi, voi che l'avete fatta, se non è passione questaNICOSAN
eccomi qua......anch'io a scrivere due parole.......
....è la mia terza esperienza e come la prima.....e la seconda....ha la sua storia...e le sue sensazioni.....uguali alle altre...ma diverse.....uniche.
I miei compagni di viaggio hanno già riassunto nei migliori dei modi quanto vissuto.....dalla partenza afosa della costa adriatica, da quella tirrenica....ed all'arrivo a Rimini in tempo per vedere il sorgere del sole.....l'abbondante colazione al Bar dalla Jole.....quindi.....non aggiungo altro....
Mi piace invece ricordare la sensazione provata durante l'intero viaggio.....il mettermi a disposizione del gruppo.....mi ha fatto sentire veramente bene....felice e appagato....

Anche la sgroppata ai Croce ai Mori con Civic e Tribal e la salita della Calla con il Civic...mi hanno dato delle gran belle sensazioni.....adrenaliniche.....ma queste me le tengo per me....

Vi abbraccio tutti........

*******************************************************************************
SCARGA
Decidere all'ultimo secondo di partecipare, fare una telefonata... perchè da rincoglionito sono partito da casa senza info su posto e orari.... sentirsi dire " Un ti preoccupà... vieni qui ti s'aspetta...." non ha prezzo per tutto il resto c'è da appellarsi a San Fiorenzo....


Per il resto non posso aggiungere nulla di nuovo a quanto già scritto, per la notturna ha un significato speciale, mi ha fatto conoscere per sghetto le Pantere, anni fa.. mi sembra per ieri durante la prima notturna che chiacceravamo all'autogrill Cantagallo... con il Trotta... e tribal avvcinandosi mi fa" e te chi sei? ma sei con noi da Viareggio?"

L'anno successivo, in concomitanza sempre di questa notturna ebbi l'onore di essere accettato nel MC Lucca... il resto sono pacche sulle spalle, tanta bella strada e un po di polvere.
Venendo a tempi meno lontani, i miei Complimenti sinceri vanno alle motocicliste presenti, che buccia signorine... e vi chiamavano sesso debole?? che coraggio!!!
Un gran piacere rivedere il Trotta, come piacre mi ha fatto vedere il piglio del gattaccio, che nonstante un principio di congestione ha stretto i denti ed è arrivato in fondo, bravo così si fa
Foto... veniamo alle foto.....
Io non sono un gran fotografo, apprezzo una bella foto, ma non sono capace di prevedere l'attimo da immortalare che diverrà una bella foto, quindo lasco abbastanza stare... altrimenti la steffa mi cazzia se sbaglio luce od esposizione.
In queste pseudo zingarate... fare foto poi, non mi piace molto....alcune senzazioni alcuni momenti, alcune faccie, alcune espressioni me le porto dentro, sono le mie nessuna foto sarà più vivida della mia memoria, è strano da spiegare ma sento che per mè è cosi.
Queste motate, sono qualcosa che.... che.... che è ben di più di mettere sulla stessa strada un certo numero di motoveicoli che procedono in carovana nella medesima direzione, c'è molto di pù... è questo di più che per me una foto non riesce a spiegare...ci devi essere dentro, se ci sei stato, non ti servono foto.

Da qualche parte qualcuno ha scritto: "per un alba così vale la pena motare tutta notte" per me è vero soprattutto il contrario "per una motata così vale la pena fare l'alba"

Condividendo il pensiero di un amico: " io vado in moto per questo!
TRIBAL
Forse questa è stata la notturna che mi è piaciuta di più come percorso...
La notte è stata calda ,
la luna amica e il cielo stellato della Calla uno spettacolo cosmico,
la fuga su Croce ai Mori adrenalinica,
Gli amici i migliori compagni che si possano avere ,
problemi assenti , se non quella che abbiamo scherzosamente definito..........la palla di pelo nello stomaco del Gattaccio, al quale però va un grosso applauso per come ha tenuto botta ad una mezza congestione , arrivando a Rimini con una determinazione degna terminator.


insomma una nottata in sella da ricordare
grazie a tutti.
********************************************************************************
Anche questa volta, come per la Motobefana ho voluto lasciare questo spazio ai commenti dei partecipanti, come disse lo Steffo, per fissarli e renderli in qualche modo indelebili.
Ringrazio tutti per l’ ennesima fantastica esperienza che ho vissuto con Voi………

IL Presidente
Brunello


q

Moto Club Lucca – Pianosinatico 24/06/2012 – 3^ PORCHETTIAMO
Carissimi amici, anche la 3^ edizione di “Porchettiamo” è trascorsa in allegria e buona compagnia.
Nonostante le buone previsioni meteorologiche, alcuni scrosci d’acqua, piccoli brevissimi temporali, sono caduti sul “ Camping Sole e Neve “ di Pianosinatico, dove si erano radunati alcuni rappresentanti delle pantere Toscane e Emiliano-romagnole, in compagnia di alcuni amici del “Ting’avert”.

L’amico gestore del camping, benché avvisato con solo 5 giorni di anticipo, ci ha fatto trovare una succulenta porchetta già ben cotta e rosolata, accompagnata da antipasto, pasta ai funghi e dolce; numerosi “Brindisini” hanno fatto da colonna sonora alla “libagione”.-
Poco dopo pranzo, però, nonostante il sole splendente, ci sono stati numerosi scrosci provenienti dai numerosi fucili ad acqua con cui le varie pantere e non si erano munite.
La battaglia è stata cruenta, ma alla fine a vinto l’allegria e la buona cucina.

Lucca 13/05/2012 – Moto Club Lucca – 5^ Motofagiolata
Carissimi amici e pantere, se dovessimo dare retta solo e esclusivamente ai numeri, dovremmo archiviare la 5^ edizione della Motofagiolata come un fallimento, visto e considerato che abbiamo avuto solo n. 1 iscritti.
Ma chi ha vissuto la giornata di Domenica 13 maggio alla Pizzeria “El Paso” non la può, sicuramente, definire un “Flop”.
a giornata comincia con un pallido sole al Foro Boario, ma ben presto il grigio si impadronisce del cielo fino a farci temere per un’altra domenica di pioggia.
A poco a poco arrivano le pantere, alcune automunite ( La pioggia che ancora non cade su Lucca, sta già bagnando le strade da altre parti), la maggioranza Motomunite, in barba alla promessa, poi mantenuta nel pomeriggio, di pioggia.

Un breve giro di riscaldamento attraverso le colline che separano Lucca dalla Versilia e arriviamo al Ristorante/Pizzeria “El Paso” per la classica “scofanata” di fagioli e salsicce.Con l’ottima gestione dell’impianto audio da parte di “GIGI” le pantere si sono scatenate in Karaoke, duetti alla Vasco Rossi e, gran finale, con l’esibizione del “VILLAGE PANTERE PEOPLE” nuova formazione artistica di sicuro futuro successo.
Che dire, come al solito una giornata trascorsa nel segno dell’allegria e dell’ottima cucina dello Staff della Pizzeria “El Paso” a cui faccio i migliori complimenti e i più sentiti ringraziamenti.
Una piacevolissima giornata, ma questo, ormai, quando ci sono di mezzo le PANTERE, è scontato.
Il Presidente
Brunello

PRATO ALL’ALBERO – 29/04/2012

Purtroppo, nonostante tutta la nostra buona volontà, la festa è stata interrotta da una pioggerella, che ha costretto tutti ad una fuga anzitempo.
Ma fino a quel momento lo spirito di aggregazione aveva dominato e superato anche le difficoltà per il freddo e la mancanza del sole, inoltre, fin da subito l’affiatamento è stato perfetto e le varie specialità di cucina regionale hanno fatto da collante ed era molto piacevole girare tra le tavolate per assaggiare questo o quel prodotto o questo e quel dolce fatto in casa.
Non è mancato nemmeno un piatto tipico Rumeno che ci ha fatto assaggiare la nostra pantera
Marilena (Skify73) e che ha dato un pizzico di internazionalità al pranzo.
Ad un certo punto è anche spuntata fuori una chitarra (suonata magistralmente da Pietro (Usantu) e con l’armonica di Celestino l’atmosfera si è sciolta in ballate, stornelli e canzoni, anche un po’ stonate ( Che sia stato questo particolare a far piovere?).
Forse l’unica nota veramente stonata e negativa di tutta la giornata è che proprio a causa della pioggia e del fuggi fuggi generale, è mancata la grande foto ricordo del Branco, ma questo potrebbe anche essere un buon motivo per riprovarci, magari quando la stagione è meno bizzosa e dispettosaQuindi un arrivederci a molto presto per un’altra edizione de “ I 4 Venti a Prato all’Albero “

Il Presidente
Brunello

Moto Club Lucca – 25 aprile 2012 –
“ Gnocco Zingarata “

Carissimi amici, a volte sono le cose e le idee più semplici a dare origine a situazioni che, probabilmente, per chi le ha pensate, non erano nemmeno immaginabili.
Tutto è nato dalla voglia di andare a trovare un amico al di là dell’ Appennino e, piano piano, gli amici che si sono uniti sono aumentati fino a che hanno raggiunto il numero di 89.Il nostro viaggio di avvicinamento è iniziato, come sempre, davanti al Bar Nelli con un tempo, meteorologicamente parlando, non proprio a favore anzi direi pessimo.
Proprio prima di partire, una fitta pioggia ha convinto anche i più reticenti a indossare le tute antiacqua.La pioggia ci ha seguito, praticamente, per tutto il tragitto fino al Passo dell’ Abetone dove abbiamo trovato, nevischio e una temperatura non superiore a 6 gradi
.


Ma come per magia, nella discesa verso Maranello, tutto si  è dissolto e un magico quanto caldo sole, si è impadronito del cielo e non ci ha più lasciati, dando alla giornata la giusta connotazione stagionale.Pranzo a base di prodotti tipici ( Gnocco e Crescentine), con affettati, formaggi e NUTELLA, ma ancora il bello doveva arrivare ed è arrivato con il rombo assordante di una MV Agusta 750 da dove sembrava fosse appena sceso il grande Agostini.Per i più ghiotti o magari meno interessati alle moto, il tutto era corredato da una grande tavolata imbandita di dolci e leccornie di produzione casalinga.Saluti e promesse di ritrovarsi il prossimo anno e rientro, ognuno ai propri luoghi di partenza,  senza problemi.
Per quanto riguarda il nostro gruppo, un’ultima foto sotto il Ponte del Diavolo e poi tutti a casa.Che dire…………….
Visto che ho già detto molto, lascio la chiusura a quanto scritto dallo Yety sul Forum: “ Giornata stupenda che ci ha permesso di verificare le caratteristiche delle nostre moto in qualsiasi situazione meteorologica, dalla pioggia alla partenza da Lucca, al freddo e nevischio sull’ Abetone, al sole e strada asciutta in avvicinamento a Maranello.
Ormai la riuscita della Gnoccozingarata è certezza, ma in questa occasione i gestori del Ristorante Siberia si sono superati, infatti oltre alla loro  consueta gentilezza, disponibilità e ottimo servizio, si sono superati con la sorpresa che in molti hanno descritto ”-Appuntamento al prossimo anno.
Il Presidente
Brunello

 

"09/04/2012 – Moto Club Lucca - Grigliata di Pasquetta al Lago di Suviana"

Care pantere, lo sò che rischio di ripetermi, ma anche lunedì scorso giorno di Pasquetta, è stata una splendida giornata, anche sotto il profilo meteorologico.L’unica nota stonata è stata la mia partecipazione “automunito”, ma qualcuno si doveva pur sacrificare e la quantità di vettovaglie da portare era notevole e il tavolino mi usciva fuori dal bauletto…… non consentendomi di chiuderlo……….Partenza alle 10,30 dal solito Bar Nelli con le borse delle moto piene di ciccia e carbonella, percorriamo la Pallostrada fino a Pistoia dove raccattiamo altri amici, fuori dal casello.Finalmente la Statale e che Statale; la Porrettana fino alla località

“Il Signorino” è uno spettacolo……..poi giù fino a Sambuca Pistoiese, deviazione per Badi - Treppio e arrivo alla meta lungo la pineta del Lago di Suviana, bacino artificiale a circa 500 metri di altitudine.Appena arrivati e parcheggiati e vari mezzi di locomozione, si cerca il posto migliore dove sistemare tavolini, sedie e bracieri.La tarda mattinata e il primo pomeriggio trascorrono piacevolmente tra una salsiccia, una bistecca, una costoletta di rosticciana, qualche foto e un compleanno (quello di Elena), c’è stato il tempo di fare anche due nuovi soci ( Claudio “Cocco 56” e Laura ).Poi, purtroppo, i saluti e il rientro, ma felici di avere trascorso una splendida giornata in splendida compagnia.-
Il Presidente
Brunello
" Come esistono le "Tempeste Perfette" esistono anche le "Giornate Perfette" , ecco, domenica scorsa è stata una giornata perfetta.
Tempo perfetto, strada perfetta, destinazione perfetta e compagnia perfetta.

All' appuntamento al Bar Nelli, eravamo solo 2 moto, ma come le slavine che raccolgono, durante il loro cammino, ogni cosa che incontrano, anche noi a poco a poco ad ogno puntello successivo, abbiamo raccolto i vari compagni di viaggio fino ad arrivare al cospicuo numero di 12 moto.

Dopo il primo tratto autostradale fino a Firenze Sud, inizia il divertimento.

Il Passo della Consuma ( Sono passati diversi anni dall'ultima volta che l'ho percorso ) è veramente uno spasso, a parte un po' di attenzione ai vari autoveloix, del resto ben segnalati.

Raggiungiamo le cittadine di Poppi e Bibbiena e quindi affrontiamo la salita verso il Paese di Chiusi Della Verna a oltre 1000 metri di altezza.
Una breve e ritemprante sosta per un panino, un dolcino, un goccio di crema di limoncello ecc. ecc. ( come al solito nei nostri Pik-Nik non manca mai niente ) e siamo pronti per la visita al Santuario Francescano per ritemprare anche la mente e lo spirito.

Per il rientro optiamo per la strada che collega i vari Comuni del Mugello: Stia, Londa, Dicomano, Vicchio e Borgo San Lorenzo, percorrendo il Passo di Croce a Mori, vera ciliegina sulla torta di questa "Giornata Perfetta".
Il presidente Brunello
Ciao a tutti e ancora per una volta un augurio a tutte le donne.
Anche la 5^ edizione della nostra gita pensata e voluta in occasione della festa della donna e quindi delle nostre Pantere Rosa, si è svolta e conclusa in modo perfetto.
Uno splendido sole ha fatto da cornice ad una giornata iniziata, come tradizione, con una colazione al Bar Nelli, quindi la colonna coposta da un considerevole numero di moto, è partita alle 10,30 alla volta di Castelnuovo di Garfagnana dove eravamo attesi da alcuni amici che ci erano venuti incontro.
Nuova partenza con destinazione Marina di Massa attraversando il Passo del Vestito e arrivo in località La Partaccia dove abbiamo preso possesso della Pineta e della spiaggia antistante.
Pranzo a base di panini e altre leccornie portate dentro Borse e zaini straboccanti, qualche foto di rito e quindi di nuovo in sella per un gelato in quel di Pietrasanta lungo la via del ritorno.
Veramente una giornata trascorsa in ottima compagnia e soprattutto, come ha scritto Fasco " Andata alla grandissima..................con una formula semplice, ma sempre vincente"
Cosa c'è di più bello? Forse il commento di una nostra cara Pantera che per l'occasione ha scritto che:"La moto e la bella compagnia, magicamente, mi fanno dimenticare, almeno per un pò, tutti i problemi e i brutti pensieri"
Un saluto a tutti.
Brunello
fsta della dona 2012

Carissimi amici eccomi ancora a descrivere una Motodomenica del Moto Club Lucca.
Ritrovo al solito Bar Nelli alle 10,00 per una decina di moto, stamani il tragitto è breve, dobbiamo arrivare per le 11,00 alla chiesa di Lammari dove gli amici del BMW Motorrad Club Lucca hanno organizzato una concentrazione di Motociclisti per la benedizione delle loro cavalcature, ma la scusa per far girare un po le ruote è sempre valida, lo dimostra il fatto che tra le nostre file ad un certo momento si è unito l'amico Steffo che si è sciroppato tutti i Km tra Maranello e Lammari ( e ritorno ) solo per stare in nostra compagnia.
Anche se è la prima edizione, possiamo dire che la manifestazione ha avuto un discreto successo, oltre, naturalmente ai componemti del Club BMW lucchese erano presenti diversi appartenenti al HOC (Harley Honers Club), gli amici delle Tartarughe Lente, noi del Moto Club Lucca e svariati amici Motociclisti non appartenenti a nessun gruppo. Alle 11,00 precise è iniziata la messa al cui termine il Parroco di Lammari ha benedetto le Moto presenti sul sacrato. Quindi i saluti del caso e ogniuno, tranne qualche eccezione, è tornato alla propria "dimora" per il pranzo domenicale.
Complimenti agli amici del BMW Motorrad Club Lucca e, naturalmente l'appuntamento è per il prossimo anno.
Il presidente
Brunello


Scusate se mi intrometto, sono Franco Fabbri, detto franchino, con molti di voi non ci conosciamo e con altri a malapena, purtroppo la mia latitanza non è dovuta per mancanza di interesse in quello che viene organizzato, ma purtroppo per cause di forza maggiore.
Ho da poco finito di pubblicare i report della " 3^ MOTOBEFANA ", sono rimasto commosso dalla sensibilita dei vostri commenti e dal numero sempre maggiore dei partecipanti.Ragazzi state facendo un ottimo lavoro, e spero per quel che mi riguarda di poter contribuire al meglio con il mio lavoro. In alcuni momenti posso far capire che non mi interessa niente di questo Club, ma vi assicuro che non è così. Se a volte posso aver dato da pensare il contrario, (non è per ripetermi) ma non sto passando un bel momento.
Comunque signori e colleghi MOTOCICLISTI continuate così che state facendo un bel lavoro :)
*******
Carissimi amici, soci, pantere, quante volte ho detto che sono molto orgoglioso e onorato di fare parte di questo sodalizio e di esserne il presidente, ogni volta
rischio di ripetermi, ma non mi stancherò mai di farlo, almeno fino a quando sarò circondato da persone sensibili come voi. E’ per questo che stavolta per il mio Report ho voluto estrapolare alcuni commenti fatti da alcuni di voi sulla riuscita di questa nostra “ 3^ MOTOBEFANA”.

“Ragazzi che dire, una giornata spettacolare, con tutti voi come sempre è un piacere, ma vedere la gioia di quei ragazzi e la soddisfazione nostra nel poter dare una mano, non ha veramente prezzo!!!
Un abbraccio come sempre ai più lontani che cercano sempre di esser presenti, un abbraccio a Brunello e a tutto lo staff del MC Lucca che riesce sempre a creare eventi impeccabili e un abbraccio alle bellissime Befane che hanno contributo anche loro alla riuscita di questa giornata mitica!!!!! “
MARION

********
“Giornata splendida! Quest'anno eravamo veramente tanti!!!
Ho ancora impressa nei miei occhi la gioia dei bambini e la commozione delle suorine...e anche di qualcuno di noi che non ha potuto evitare le lacrime di commozione!

Grazie a tutti di tutto!!! LAMPS! “
Micaela (MICKY65)



“Dico solo che quando siamo in tanti nelle nostre uscite, raduni o zingarate è sempre bello e da molta soddisfazione
ma oggi ...

vedere quel serpentone di moto lungo le mura per poi passare davanti al Nelli ( da cui partono gran parte delle nostre uscite ) e girarsi per vedere un centinaio di moto è stato qualcosa di indescrivibile Qualcosa che ti tocca l'anima perchè oggi non stavamo solo facendo quello che più ci piace fare e cioè salire sul nostro destriero e dare gas... fuoristrada, smanettate o turismo ... stavamo partecipando ad una cosa in più... con la nostra presenza e disponibilità stavamo portando un sorriso a dei bimbi, alle loro famiglie e a chi li accudisce giornalmente per dimostrargli la nostra vicinanza ed affetto.
Purtroppo alcuni bambini non sono potuti uscire ad incontrarci ma in quel momento credo che sentissero vicino a loro la nostra presenza come non mai... come se quelle mura fossero di vetro e non di cemento.. si immaginavano le nostre moto e i nostri volti sorridenti lì nel loro cortine e per un giorno siamo stati di sicuro tutti nei loro cuori.
”Francesco (FRANKIE83)"

*********
“A caldo non scrivo mai nulla, Mai.. Per evitare proprio la mia troppa Focosita' nelle sensazioni.
Ma una cosa stavolta mi va proprio di dirla, e di dirla come va detta, senza troppi filtri e con spontaneita'.

Queste sono di quelle giornate, per me e' la seconda, in cui ci si sente davvero Orgogliosi, orgogliosi di aver fatto qualcosina, davvero con poco, per non dire nulla.
Sono di quelle sensazioni che ti lasciano davvero qualcosa, ma a diffrenza della pecce che ti attacchi nel giubbotto, questa pecce te la attacchi direttamente addosso.
Ringrazio tutti gli organizzatori, Fasco in Testa, che sa' benissimo quanto ci tenevo a parteciparvi, che si e' dato da fare ( Assieme agli altri ) perche' potessi parteciparvi. E mi faccio un Augurio, visto come e' andata in passato.... Visto come e' andata oggi....
Visto come andra' in futuro....
Mi Auguro e lo scrivo speranzoso, che per il 2013, questo evento, targato MC Lucca, possa essere
iscritto nel Calendario degli Eventi Nazionali del Mio Ting'avert, potendo cosi, fare da cassa di risosanza, al prestigio della Manifestazione. Sperare non costa nulla...
Parteciparvi ancora meno...
Ma a qualcuno.....si regala parecchio.
Prima di tutto un sorriso, che non ha prezzo”.


Stefano ( STEFFO)

*********
“Che Magnifica giornata !!!
E’ stato bello incontrare tante belle persone,alcune già conosciute e molte altre viste per la prima volta, condividere con loro la gioia di andare in moto e lo spirito di simil fratellanza ma la cosa che ha reso la giornata veramente eccezionale e memorabile è lo scopo della manifestazione in favore di chi ha dalla vita meno di noi, e pensare che spesso ci lamentiamo !
Beh Oggi non sto più nella pelle dalla felicità : Angela , una che di 2 ruote non ha mai voluto saperne , mi ha detto che oggi è stata benissimo ( Beh una volta a casa c’ho messo anche del mio ) Mentre tornavo a casa in Autopalla il contagiri attestato sui 5.500/6.000 i neuroni dentro il casco giravano a Rpm da moto Gp al limitatore alla ricerca di un momento della mia vita che mi avesse dato delle così belle emozioni … Sono riuscito a stillare una classifica oggi è al gradino più basso del podio i primi due vanno alla nascita dei miei figli
.
Grazie di cuore a tutti , a chi c’era e anche a chi no ma avrebbe voluto esserci !!”
Nicola (Rusty62)

*********

“Giornatona intensa e piena di forti emozioni....come vedere gli occhi di questi bambini
pieni di gioia al nostro arrivo
bello avere rivisto tante facce amiche e condividere con tutti la stessa meravigliosa
giornata

Voglio chiudere dicendo a tutti GRAZIE!!!!!!
So che ne è valsa la pena e che sicuramente torneremo a far parte
della prossima Motobefana.”

Marina (ASANTA
*********
)Ovviamente in rappresentanza di tutto il Moto Club Lucca, voglio ringraziare tutti i partecipanti, in particolare il Motoclub Motorrad BMW Lucca, le Tartarughe Lente e La Perla del Tirreno di Viareggio e il Motoclub Guzzi di Lucca, senza
i quali non avremmo avuto l’ottima riuscita di quest’anno; un ringraziamento speciale va anche ai nostri, ormai, amici motociclisti dell’Arma dei Carabinieri di Lucca che ci hannp aiutato nel difficile compito di accompagnare a destinazione il folto gruppo di moto radunatosi in Piazza Napoleone, gentilmente concessaci dal Comune di Lucca. Un sentito ringraziamento va anche al Titolare del “Bar Astra” per la disponibilità, alla Pizzeria “El Paso”, sede del Moto Club Lucca, per l’appetitoso pranzetto e a CLAUDIO55 per il generoso omaggio di 25 peluche e vario materiale per disegnare che sono stati consegnati ai bambini dell’ Associazione Famiglia dei Piccoli Apostoli di Maria.

Il Presidente
Brunello

Buon anno a tutte le Pantere.
Quale modo migliore per cominciare il nuovo anno se non quello di trascorrere una splendida giornata in sella alla nostra moto.
Anche quest'anno, come ormai da circa 15 anni il Moto Club Lucca ha partecipato alla "Benedizione delle moto" che si tiene ogni 1° dell'anno sul Sacrato del Monastero di Montesenario.
Appuntamento tradizionale per i fiorentini, che nell'arco degli anni si è esteso anche a tutti i motociclisti della Toscana ed oltre.
Attraverso vari puntelli (appuntamenti) lungo il tragitto da Lucca a Firenze, ci siamo trovati in 21 moto, se penso che la prima volta che ho partecipato ero "tristemente" da solo, potete immaginare la mia emozione nel vedere il serpentone di motopantere lungo la tortuosa strada che porta al Monastero.
Se è vero che quello che si fa il 1° dell'anno si fa tutto l'anno, allora ci aspetta un anno pieno di soddisfazioni.
Vi do l'appuntamento alla "3^ Motobefana benefica" e vi rinnovo il mio augurio per un meraviglioso 2012, naturalmente in sella alla vostra cavalcatura che sia moto, scooter o ciclomotore o sidecar o Trike che sia di 2.000 o 50 cc, che abbia 300 o 2 cv, l'importante è che con essa riusciate a vivere la vostra passione.


Il presidente
Brunello


Carissimi amici e soci, carissime pantere, un'altro anno è passato per il nostro sodalizio che sta per tagliare i 65 anni di storia, un altro anno in compagnia di tutti voi, passato a cercare nuovi stimoli e nuove emozioni, organizzando ben quattro manifestazioni: Motobefana Benefica, Motofagiolata, Motopizzata e naturalmente la Motomaialata arrivata alla 14^ edizione e nostro fiore all'occhiello.
Abbiamo partecipato attivamente, come ogni anno, all'organizzazione del Motovunque ideato dal Lucarotti Team.
Ma ormai, da qualche anno la nostra prerogativa sono le gite organizzate con la collaborazione del Moto Club "Ting'avert", in ordine di data posso elencare la gita in occasione dell' "8 marzo festa della donna", la gita a Casole d'Elsa per l'inizio di primavera, la Zingarata a Colonnata, la "Gnocco Zingarata" in quel di Maranello ospiti dell'amico e socio Steffo e la zingarata a Monghidoro in questo caso, invece, ospitati dallo Scargalasen e dalla Comandina, la terza edizione della "Notturna Viareggio Rimini" che quest'anno ha visto la partecipazione di quasi 50 moto,
la Motoporchettata a Pianosinatico, il Motopinocchio a Collodi un'idea originale nata per far visitare il parco ai nostri soci più lontani.
Non sono mancate le soddisfazioni nemmeno per quanto riguarda la pertecipazione a Motoraduni, sempre in prima fila nelle classifiche, arrivando a vincere, per la seconda volta consecutiva, al "Motoraduno Internazionale di Rovereto" giunto quest'anno alla sua 40^ edizione.
Numerosi nuovi soci sono entrati a far parte della nostra grande famiglia di felini e, ovviamente, qualche altro non ha più voluto condividere con noi questa passione, ma questo fa parte del gioco, anche se lascia l'amaro in bocca.

Ci attende un nuovo anno e già la macchina anzi la moto si sta scaldando per rispettare le prime scadenze.
Io vi ringrazio tutti per l'impegno che avete messo, incondizionatamente, in ogni nostra iniziativa; vi auguro tutta la fortuna e la felicità possibile per il uovo anno e vi faccio i migliori auguri di un Buon Natale.

Il Presidente
Brunello


motopinocchiata
Potremmo definirla una piccola gita fuori porta, visto la distanza che c'è tra Lucca e Collodi, organizzata per soddisfare la curiosità di alcuni soci (non lucchesi) del nostro sodalizio, che volevano visitare il famoso "Parco di Pinocchio".
Ritrovo alle 09,30 presso il Bar Nelli con partenza alle 10,00 del gruppone composto da più di 30 moto e 3 auto ( Pur di partecipare e dovendo rinunciare alla moto per cause di forza maggiore c'è chi si accontenta anche dell'automobile), breve giro di avvicinamento a Collodi e alle ore 11,00 visita al parco.
La visita era facoltativa e quindi alcuni pertecipanti hanno atteso fuori che gli amici più mattacchioni finissero il giro del parco.
Ore 12,30, foto rituale di gruppo sotto il pinocchione e quindi tutti in sella con destinazione le "Lasagne al cinghiale" che ci aspettavano per pranzo, percorrendo la tortuosa strada che porta sull'altipiano delle Pizzorne.
Ho iniziato definendola una piccola gita fuori porta, ma a pensarci bene, mettere a tavola 60 persone ( per inciso, non ringrazieremo mai abbastanza Davide, il gestore del ristorante " ALDEBARAN " per la qualità del servizio e di tutto quello che ci ha portato in tavola) non è proprio una cosa da poco.
Quindi, ancora un successo organizzativo del MOTO CLUB LUCCA in collaborazione con il MOTO CLUB TING'AVERT.
Un saluto e un ringraziamento a chi è intervenuto e un arrivederci alla prossima iniziativa.
Brunello


" Carissimi soci, come report per questo nuovo evento del Moto Club Lucca voglio citare un brano della Poesia che il nostro amico "Frankie83" ha postato sul Forum delle Pantere, basta sostituire alla parola "Cavallo" la parola "Pantera".-
GRAZIE A TUTTI PER LA BELLISSIMA GIORNATA !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! 
"Sono il Cavallo ... 
I  miei amici li riconosco dall'odore ...
e il nostro confine è il galoppo di uno stallone.
Il branco mi piace.. mi onoro di farne parte.. spalla a spalla..
difficoltà per difficoltà..
Il rispetto tra di noi lo si guadagna col tempo
C'è chi odora l'acqua più degli altri..
c'è chi sente i ruggiti più degli altri..
A lui piacciono le erbe profumate.. e le cerca per tutti..
ma i sentieri più sicuri ce li insegna la più anziana..
.. quella che più di tutti ha vita. "
Non c'è due senza tre"  -  Le Pantere Lucchesi  colpiscono ancora e si aggiudicano per la terza volta consecutiva il Trofeo per il gruppo più numeroso alla 40^ edizione del prestigioso 
" MOTORADUNO INTERNAZIONALE CITTA' DI ROVERETO "

GIOVEDI' 25 AGOSTO TUTTI ALLA PIZZERIA "EL PASO" PER FESTEGGIARE CON UN BRINDISI ALLA VITTORIA
rovereto

Come dice il vecchio saggio," non c'è due senza tre" e anche la Terza edizione della "Notturna Viareggio - Rimini" verrà ricordata e elencata tra le cose ben fatte dal Moto Club Lucca e dalle sue Pantere.
Anche quest'anno ottima organizzazione e anche il tempo, nonostante qualche previsione negativa, ci ha aiutato sia all'andata che al ritorno.
In questa edizione del 2011 abbiamo sfiorato il numero di 50 moto e quasi 60 partecipanti; Vi garantisco che era impressionante il colpo d'occhio del serpentone di lucine rosse viste dalla coda del gruppo.
Ringrazio tutti i partecipanti, sia i neofiti che per la prima volta si sono cimentati in questa avventura, sia i più esperti, lo zoccolo duro, che ormai sono alla 3^ partecipazione, ma soprattutto voglio ringraziare e fare i complimenti alle Zavorrine e alle due Conduttrici che voglio citare con il loro Nick: Bonnye e Piccolabushi.
Naturalmente L'appuntamento è al prossimo anno per la 4^ edizione, con un nuovo itinerario, ma stesso punto di partenza e stesso punto di arrivo e sicuramente sempre più divertimento.-
Il presidente

Splendida giornata di sole di buona compagnia e di ottimo porcellino, anche se dopo pranzo qualche scroscio isolato d'acqua ( leggi gavettoni ) è caduto sul campeggio "Sole e Neve" che ci ha ospitato in maniera impeccabile; del resto l'ottima esperienza dell'anno passato non poteva dare adito a dubbi in questo senso.

Consueto ritrovo al "Bar Nelli" stavolta alle ore 10,00 e partenza per le ore 10,30-

La colonna di circa 30 moto si è snodata lungo la Statale del Brennero per trovarsi con gli amici Pistoiesi al primo puntello alle ore 11,30 circa in località La Lima, breve sosta per i fumatori più incalliti e poi di nuovo strada per raggiungere gli amici emiliani al passo dell'Abetone e quindi breve dietrofront tutti assieme fino a Pianosinatico dove si trova il campeggio che ci ha dato la possibilità di rafforzare la già consolidata amicizia tra le "Pantere" del Moto Club Lucca e gli amici Emiliani e Toscani del Tinga ( Anche se ormai parecchi amici emiliani sono diventate Pantere Lucchesi).

Che dire, quindi, veramente "Una Splendida Giornata"
ANCHE IL MOTO CLUB LUCCA ERA PRESENTE NEL RICORDO DEI NOSTRI AMICI "PULCE E SCARBURATO"

Partenza dal Bar Nelli alle ore 09,00 per il gruppo lucchese con qualche inserimento Fiorentino.
Appuntamento per le 09,30 con la parte Viareggina/Pisana/Livornese del Moto Club, presso il Supermercato PAM a
Viareggio e quindi tutti assieme siamo arrivati a clacson spiegati al Motoincontro, per dare anche noi il nostro contributo
al ricordo di Pulce e Scarburato.
In attesa della partenza per il giro turistico, abbiamo scambiato saluti e quattro chiacchere con vecchi e nuovi amici
che puntualmente ritroviamo in queste occasioni.
Il giro si è snodato lungo le colline tra Viareggio e Lucca per terminare al ristorante con un ottimo pranzo.
Per la cronaca il nostro sodalizio è uscito a mani piene dalla manifestazione, vincendo la coppa per il Moto Club più
numeroso, il conduttore più giovane e la conduttrice più giovane.
Un doveroso ringraziamento va al "Motogruppo Tartarughe Lente" e alla "Associazione Motociclistica Perla del Tirreno" che hanno organizzato il Motoincontro e un arrivederci al prossimo anno

pensierino della sera :
stanno accadendo delle cose non troppo carine nel nostro sodalizio, IO da buon centauro, spero condiviso da altri, mi farebbe piacere che i più facinorosi si dessereo una calmata, ed i più paciocconi, a volte facessero sentire di più la loro voce, ma non esplodendo come uno tsunami, ma graduatamente, Penso che andando avanti come adesso non si arrivera a niente di buono. Il moto club ha tanti anni di vita oltre 50, di baruffe ne sono successe altre, ma poi si sono risolte tutte, le più amare sono quelle dove qualcuno se ne và. Spero non succeda così. Le teste sono tante, ma quelle che si confrontiamo tutti i giovedì sono sempre i soliti. Quindi ragazzi meditate. il mio non è un rimprovero per nessuno ma solamente una riflessione,
ps.: tutti possono controbattere e dire la loro Ansi invito a mandare i loro pensieri, li trascrivero fedelmente.


pensierino della sera
Il Moto Club Lucca e' come un tavolo da pranzo.
Al quale ci si siede tutti intorno per goderne il pranzo e l'atmosfera. A questo tavolo, tutti devono portare qualcosa per tutti e tutti devono rinunciare a qualcosa per gli altri. Solo cosi si potra' star bene a questa tavola.
Io sono una mezza pantera,non ho purtroppo la possibilita' di respirare la polvere e mangiare l'asfalto ogni volta che voglio come fate voi e a questo tavolo mi ci siedo quando posso, non quando voglio.
Chi ha la possibilita' di sedersi a questo tavolo tutti i giorni o quando vuole,che si renda ben conto, almeno, della fortuna che ha.

Pantera Nr° 105




monte senario

Ciao a tutti, sono Franco,volevo raccontare , mia esperienza dopo 15 mesi che non mettevo piede sulle due ruote. E' stata un un po' traumatizzante. Come prima uscita direzione Monte Senario per la benedizione delle moto, a parte il freddo, mi sono sentito abbastanza impacciato nei movimenti, in particolar modo quando dovevo mettere i piedi a terra, per i piccoli spostamenti, mi sono sentito come se non fossi mai montato su di un motorino ( come li chiamo io ), il giorno dopo come se fossi stato investito da un pulman, la stessa sorte anche a Michela. Per me spero che sia solamente una questione di abitudine, in futuro vedrò, apprifitto di questo spazio per ringraziare apertamente Alberto e Mery, perchè mi hanno dato la possibilità di riprovare l'ebrezza delle due ruote, e di passare una giornata in sieme alle persone che condividono il solito divertimento, un ciao a tutti

 

Domenica 3 Ottobre si è svolta la Adunanza, è il giorno della nostra festa da celebrare per metà in sella e per metà a tavola, forse anche autocelebrativa, ma sicuramente divertente.Il Motoclub Lucca da molti anni, credo da quello della sua fondazione ,il 1946, ha sempre organizzato i così detti cena o pranzo Sociale di fine anno ,che assomiglia molto come concetto conviviale a quello che abbiamo gustato domenica, ma dato il freddo del Dicembre inoltrato e anche un pò per il clima festivo e cerimoniale della vicinanza con il Natale, si è sempre teso a partecipare come ad una serata di gala.
Ma...la.mia testolina bacata mi diceva che , essendo noi motociclisti, mancava qualcosa. Questo anno, inoltre, abbiamo visto crescere le nostre file con Amici provenienti  centinaia di chilometri da Lucca , che magari non hanno potuto essere sempre presenti alle nostre iniziative  come quelli delle Province più vicine .Forse una giornata speciale avrebbe dato uno stimolo speciale. Importante il fatto che in più occasioni ci siano state richieste di riunirsi per proiettare le immagini e i video delle nostre scorribande, richieste non subito accontentate, ma accantonate in attesa del momento giusto. Devo riconoscere a Andrea , 1° Socio oltre appenninico , quando mi scrisse scherzosamente :"se non li puoi combattere unisciti a loro", di avermi dato l'ispirazione finale. Ne parlai con Brunello e con gli altri Consiglieri e la cosa risultò interessante, forse un doppione dell' appuntamento di fine anno, ma da farsi di giorno e in moto con la complicità di temperature non ancora troppo rigide, dando la possibilità a tutti di partecipare inforcando la Moto. Ecco come  è nata la prima adunanza, il fatto poi di poter festeggiare Caterina come il centesimo Socio , è stata la classica ciliegina sulla torta.
Davide dello Staff della Motocinghialata commenta sul Forum de Ting'Avert.................
Vorrei ringraziare TUTTI i membri del Motoclub Lucca e gli iscritti al Tinga che hanno deciso di venire a Carpi.
E' da qualche anno che tentiamo di far decollare il nostro piccolo evento e penso che quest'anno abbiamo staccato veramente le ruote da terra!!
Spero siate stati bene e spero anche che il rito del "Patto di Sugo" vi abbia divertito.
Non avevamo in programma una scenetta del genere ma riaccompagnandovi a Carpi dopo la visita al caseificio (sono quello con la Pegaso nera che apriva il gruppetto) , mi è venuta questa idea dei due sughi (maiale e cinghiale) ...... poi la mia testa malata ha fatto il resto!!
Paola commenta la Motocinghialata a Carpi.............nonostatente la pioggia del ritorno
Contentissima di essere tornata tra le "fila" delle Pantere e degli amici del Tinga.
Felice di aver fatto questo raduno, nonostante la pioggia che ci ha colti vagamente impreparati, con sosta proprio nel momento in cui ha cominciato a grandinare...
Quando si è in compagnia, e la compagnia è ottima, le gocce non sortiscono alcun effetto, anzi, sembrano quasi note musicali che danzano sulla visiera e portano i pensieri a volare ancora più in alto.
una sera al Paddok , Eleonora mette sul tavolo un volantino......."minnnkia quà bisogna andarci " dice Fasco.
"9^ motocinghialata"............come ci sia arrivato quel volantino al locale Viareggino non lo so... Presentiamo la cosa un giovedì sera ......e piace subito Motocinghialata...Motomaialata....l'assonoanza mi suggerisce il gemellaggio Mando una e maila al Motoclub Carpi spiegando le nostre intenzioni....loro rispondono.....si!!!. Nasce così il primo Gemellaggio tra Motocinghialata e Motomaialata, due raduni all'insegna del colesterolo DOC.
Stringere amicizia con gli altri Motoclub è normale, ma dichiararlo apertamente con una , anche se pur piccola cerimonia , ne risalta l'importanza...........e gemellaggio sia. La domenica mattina si arriva Carpi numerosi, altri ci avevano preceduto il giorno prima, con Noi anche Gabriele e Stefano del Ting'Avert. Il giro del raduno è già partito ma una delle staffette, che ci stava aspettando ci conduce al rinfresco allestito al Caseificio.
Intoniamo il Brindisino con Lambrusco e Parmigiano, accoglienza perfetta.
Dopo pranzo la la firma delle targhe ricordo, un particolare rituale chiamato patto di sugo tra maialosi e ginghialosi, tra applausi e sorrisi.
Un rientro meno fortunato per le pantere Lucchesi che troveranno un temporale di fine estate sull'appennino. Anche questo fa parte della vita di noi Motociclisti. ...........tutte le foto nella gallery

Caludio commenta ....................... L'uscita di Domenica 29 Agosto
Con la scusa della Motoporchetta
a S. Romano, ieri ho trascorso una bellissima giornata, il tempo è stato eccezionale (eccetto qualche chilometro di freddo), il percorso piacevole, gli amici sempre simpatici e piacevoli, l'allegria e le battute non sono mancate, ma in più mi accorgo che a fine giornata ho accumulato una notevole quantità di serenità, indispensabile per affrontare i giorni successivi. Naturalmente questo risultato è dovuto alla presenza di ogni singola persona che compone questo speciale Branco, la cui compagnia rende ottimo qualsiasi pranzo, cena, merenda o motogiro. un saluto e un grazie a tutti…………Claudio ( Yety)


Rovereto...per me la quarta edizione consecutiva , nel 2006 saltai , la prima volta invece nel 2005. Brunello mi disse perche non vieni ??' e io risposi...e perchè no?......un po di battibecchi con Elena che notoriamente non ama la montagna , ma che alla fine cedette alla sua prima e ultima volta in Trentino
Eravamo un totale di sette tesserati quell'anno, io Brunello Patrizia, Franchino , la figlia di Brunello , che ha la tessera da quando venne al mondo..., il suo fidanzato Nicolino e un vecchio Socio che adesso è un po malandat e non Mota più con noi , ma che ogni tanto si fà vedere uguale, Il mitico Tabbino.Raduni ne avevo fatti, fino ad allora, ma tornai a casa sbalordito e entusiasta dall'aria motcicclistica che si respira a questo evento, forse un po influenzata dalla filosofia bykers germanica e pan Europea, quella della moto essenziale, della cordialita e della buona..e tanta birra.
Questo anno ci sono tornato , ma intanto il mio Motoclub è cresciuto, e se lo scorso anno arrivare primi fù una sorpresa, questo anno ne abbaiamo avuto la certezza fina dal primo giorno.Un Motoclub che cresce, gli amici che si divertono, ripaga degli sforzi fatti. Quanto sono orgoglioso si farne parte!!!.
Tutte le foto nella gallery















Abiaimo lasciato la Siena Bettolle diretti a Monte S.Savino su una strada che già di giorno , mi affascinò moltissimo un paio di anni fa ,tre strisce bianche come il latte accese dalla luna mi danno la perfetta percezione della strada, tutto intorno la notte , stavolta seducente e complice amica.
Anche Lance che notoriamente se la prende tranquilla sembra aumentare il passo, Fasco appena può lascia lo sterzo e fà segni di gioia .
Dietro a noi una trentina di fari splendenti come non mai. Le luci di due auto ci avvisano con largo anticipo del loro arrivo............. capisco che si può osare .........Il ritmo si alza , in modo naturale, senza che ce ne accorgiamo, mi butto nei curvoni e nelle esse con traettorie da pista.....nei rettilinei non posso fare a meno di alzare lo sguardo verso le stelle che vegliano sul nostro viaggio...bellissime... la gioia mi invade ...sono emozioni che cerco da mesi e che finalmente sono arrivate......... questa... è la notte, questo... è il momento. Io vado in moto per questo............................UNA VIAREGGIO RIMINI DA RICORDARE...............
Venerdì 11 e sabato 12





Piccola vacanza in Terra Emiliana, più Precisamente a Casina di Reggio per Luca e Stefano , nella foto accompagnati da Manuele che non ha resistito alla bella giornata e alle curve, con loro Nicola del Ting'avert, con il quale hanno condiviso in parte il raduno.Tenda sacco a pelo e voglia di fare strada, non è servito altro questi soci del Motoclub Lucca. foto nella gallery

Domenica 13 Giugno






Senza farsi mancare niente, nemmeno il solito acquazzone, il gruppetto amante del mare e del sole ha raggiunto S. Vincenzo con borse e ombrelloni legati alle moto, giusto il tempo di un bagno e di un panino e .....via di corsa. Lo spirito giusto ha contribuito come al solito a creare gag e divertimento..... una pizzetta finale da Irma ha condito la serata insieme a chi per impegni era rimasto a casa. Le foto nella gallery
chi ...vedendola per la prima volta ...non ha spento la moto e si è fermato ad ammirarla??Per mpietra-bismantovae è stato così, qualche anno fà quando la intravidi tra le fronde degli alberi scendendo il Pradarena verso Ligonchio. Altre volte è stata compagna di viaggio per alcuni minuti, ma mai meta del viaggio. Stavolta invece abbiamo scelto la Pietra di Bismantova come destinazione. Questa formazione arenarica dalla stana forma tronco conica si erge appena fuori dalla cittadina Emilian di castelnuovo nei Monti.
Partiti da Lucca il nutrito gruppo del Motoclub lucca si è riunito a Castelnuovo Garfagnana con il Gruppo Emiliano del Motoclub Ting'avert . Il Passo Pradarena è stato una tappa obbligata per raggiungere , pirma Ligonchio, poi la valle del fiume Secchia e infine la PIetra. Ai suoi piedi abbimao trovato dove bivaccare, mentre altri volenterosi si sono cimentati in una anche se facile scalata per raggiungere la sommità. La particolarità della gironata è stato il record , mai raggiunto di ben 49 Moto per una settantina di partecipanti, a questa splendida gita . L'amicizia e la fratellanza hanno dato i suoi frutti. tutte le foto nella gallery



 

 

 

 

 

 

 


Sponsor & AMICI

leggi tutto>>
Scopri gli sponsor e i nostri amici

MOTORADUNI

leggi tutto>>
Tutte le date dei motoraduni

FMI

vai al sito>>
Il sito della Federazione Motociclistica Italiana
4 adunanza